Revisione del Mercato 9-7

Revisione del Mercato 9-7

Dollaro costante dopo le tariffe degli Stati Uniti

 

Da Shinichi Saoshiro

 

Il dollaro è rimasto poco cambiato rispetto ai suoi colleghi il Venerdì e la cautela degli investitori ha prevalso con le tariffe degli Stati Uniti sulle merci Cinesi che hanno avuto effetto e gli operatori di mercato hanno rivolto la loro attenzione al rapporto sull’occupazione degli Stati Uniti, che è stato seguito più tardi nel corso della giornata.

 

Le prime salvos di un conflitto di trade tra le più grandi potenze economiche del mondo sono state lanciate Venerdì con le tariffe degli Stati Uniti per 34 miliardi di dollari in entrata in vigore delle merci Cinesi.

 

Ma la risposta immediata tra le principali valute era limitata.

 

L’indice del dollaro contro il paniere delle sei principali valute è rimasto sostanzialmente stabile a 94.388 (DXY) dopo essere scivolato a 94.177, il minimo dal 26 Giugno, il giorno precedente.”I partecipanti cercheranno di spostare la loro attenzione dalle questioni di trades ai payrolls non agricoli degli Stati Uniti e se il rapporto sull’occupazione è forte, il dollaro/yen è pronto per salire e uscire dalla sua gamma recente”, ha detto Yukio Ishizuki, stratega valutario senior a Daiwa Securities a Tokyo.

 

Il dipartimento del lavoro degli Stati Uniti dovrebbe segnalare che i salari non agricoli sono aumentati di 195.000 a Giugno, dopo un aumento di 223.000 a Maggio. I guadagni orari medi mensili probabilmente salgono dello 0,3 percento, il che porterebbe l’aumento annuale al 2,8 percento dal 2,7 percento di Maggio.

 

https://www.investing.com/news/forex-news/major-currencies-in-holding-pattern-ahead-of-us-tariff-deadline-jobs-data-1519525

 

 

Azioni, euro aumentano quando i colpi sparano nella guerra di trades tra Cina e Stati Uniti

 

Da Saikat Chatterjee

 

L’imposizione di dazi doganali da parte degli Stati Uniti e della Cina su miliardi di dollari di trades è stata assorbita tranquillamente dai mercati il Venerdì, con le borse in rialzo e l’euro che ha scalato il picco di tre settimane, ma le preoccupazioni sul conflitto aumentano i guadagni.

 

Le tariffe Statunitensi su oltre 800 merci dalla Cina del valore di 34 miliardi di dollari sono entrate in vigore alla 0401 GMT mentre il ministero del commercio Cinese ha dichiarato in una dichiarazione poco dopo la scadenza che è stata costretta a rivalersi, vale a dire 34 miliardi di dollari di beni importati degli Stati Uniti tra cui automobili e prodotti agricoli ha anche affrontato le tariffe del 25%.

 

Il principale indice europeo di MSCI è aumentato dello 0,1 percento in più e si è mantenuto al di sotto del massimo di due settimane nella sessione precedente, tra le speranze di un riavvicinamento tra gli Stati Uniti e l’Europa sulle tariffe del autotrade.

 

L’euro ha preso spunti da titoli ampiamente consolidati ed è salito dello 0,1% nel corso della giornata a un nuovo massimo di tre settimane a $1,1727, con dati industriali Tedeschi ampiamente forti questa settimana che hanno anche aumentato la domanda di titoli europei.

 

A dire il vero, i segni di nervosismo erano evidenti nei mercati con lo yen Giapponese e l’azienda del franco Svizzero nei confronti del dollaro, mentre i titoli obbligazionari centrali e Statunitensi erano richiesti.

 

Il greggio degli Stati Uniti è aumentato dello 0,2 per cento a 73,09 dollari al barile. Il greggio Brent era quasi piatto a $77,42 al barile.

 

https://www.investing.com/news/stock-market-news/asian-stocks-on-edge-hours-before-tariff-deadline-1519522

 

 

Gli Investitori Della Sterlina Temono la Diapositiva della Valuta se la leadership Può Sfidare

 

Da Charlotte Ryan

 

Non è solo Theresa May a preoccuparsi di essere rovesciata.

 

Gli investitori in sterline dicono che la risorgente minaccia delle turbolenze dei partiti conservatori è un motivo in più per evitare la valuta del Regno Unito. Tra le notizie secondo cui il primo ministro Britannico rischia le dimissioni se non riuscisse a trovare una soluzione a una situazione di stallo nella Brexit, gli strateghi avvertono che la sterlina potrebbe scendere fino a $1,25 se verrà estromessa in una sfida alla leadership.

 

Pound Under Threat Again On Brexit

 

Alla vigilia della riunione di gabinetto di Maggio, il segretario alla Brexit David Davis ha riferito di aver respinto i tentativi di compromesso sugli accordi doganali e si dice che il governo del cancelliere Angela Merkel non sia convinto della proposta. Questa notizia ha cancellato i guadagni fatti dalla sterlina in precedenza Giovedì dopo i commenti del governatore della Banca d’Inghilterra Mark Carney.

 

Se May riesce a riunire il suo governo dietro una strategia Brexit che è anche appetibile per l’Unione Europea, la sterlina potrebbe vedere un rally di copertura a breve fino a $1,34, secondo Kenneth Broux, uno stratega della Sociétà Génerale SA.

 

D’altra parte, nel peggiore dei casi in cui il primo ministro è estromesso dagli ardenti Brexiteers e sostituito con un candidato alla Brexit, la Sterlina scenderà a un minimo di $1,25, ha detto Jones di Mizuho.

 

https://www.bloomberg.com/news/articles/2018-07-06/pound-investors-fear-currency-slide-if-may-leadership-challenged

 

 

L’enorme surplus commerciale della Germania “sta diventando tossico”

 

Da Holly Ellyatt

 

La Germania, che esporta più di quanto importa, sta diventando un grosso problema per la sua economia, ha detto Mercoledì un direttore dell’Istituto Ifo guardato da vicino.

 

L’economia manifatturiera Tedesca orientata all’esportazione e il conseguente surplus trade – il valore delle sue esportazioni superiori a quello delle sue importazioni – è stata a lungo oggetto di critiche e Berlino è stato costretto a incoraggiare maggiori spese interne e ad aumentare le importazioni.

 

Le eccedenze del trade sono viste come un incoraggiamento al protezionismodel trade e al peggioramento dei problemi economici di altri paesi.

 

https://www.cnbc.com/2018/07/04/germanys-massive-trade-surplus-is-becoming-toxic-ifo-director-says.html

 

 

Assunzione vista forte a Giugno con un sacco di posti di lavoro per i laureati

 

Da Patti Domm

 

I datori di lavoro possono avere difficoltà a trovare lavoratori, ma i neolaureati e gli studenti potrebbero essere d’aiuto nel riempire le fila questa estate e quella tendenza avrebbe potuto far aumentare la crescita occupazionale di Giugno.

 

La crescita del lavoro a Giugno è prevista a 195.000 e il tasso di disoccupazione dovrebbe rimanere invariato al 3,8%, secondo la Reuters.

 

I mercati saranno senza dubbio più interessati alla crescita dei salari, attesi con un guadagno mensile dello 0,3 percento, o un guadagno annuale del 2,8 percento, un ritmo rispettabile. Gli economisti si aspettano che la tenuta del mercato del lavoro inizi ad esercitare pressione sulla crescita dei salari a un certo punto, ma è stato finora sinonimo di scarsa pressione inflazionistica e quindi nessuna ragione per la Fed di aumentare il ritmo degli aumenti dei tassi d’interesse.

 

https://www.cnbc.com/2018/07/05/hiring-seen-strong-in-june-with-plenty-of-jobs-for-grads.htm

 

 

Liberatoria sui rischi: le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 82.94% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5