Ebay

Revisione del Mercato 24-04

Revisione del Mercato 24-04

Notizie Forex

Dollaro guadagna terreno sostenuto da calo volatilità mercato

Da: Reuters.com

Il dollaro si mantiene vicino ai massimi da tre settimane, con un calo della volatilità del mercato valutario che spinge la domanda di asset più rischiosi.

Con il rendimento del Treasury decennale in rialzo di oltre 20 punti base nelle ultime quattro settimane ai massimi da un mese, la richiesta di asset denominati in dollari è cresciuta.

L’indice del dollaro, che misura l’andamento del biglietto verde contro un paniere di sei valute, sale a 97,36, non lontano da 97,71, il livello più alto del 2019 toccato a inizio marzo.

I movimenti del dollaro rispetto a euro e sterlina sono contenuti. Il cross con l’euro è a 1,1244 in calo dello 0,1%, la sterlina sale dello 0,08% a 1,2987.

La sterlina tiene ma è vulnerabile: oggi riprendono dopo la pausa pasquale i colloqui su Brexit tra Conservatori e Laburisti, senza alcun segnale di un avvicinamento rispetto all’ultimo incontro, e la posizione della premier Theresa May appare più precaria che mai.

Leggi l’articolo completo qui

Debito Italia e Grecia cresce in 2018 in controtendenza con zona euro

Da: Reuters.com

Il debito pubblico di Italia e Grecia è cresciuto nel 2018 in controtendenza rispetto alla media della zona euro, riporta oggi Eurostat.

Per quanto ampiamente atteso, il trend è in aperta violazione delle regole di bilancio Ue che impongono ai paesi con alto debito di ridurlo gradualmente.

L’Italia, dove il governo Lega-M5s ha intrapreso l’anno scorso piani di spesa con scarso impatto sulla crescita, ha visto crescere il debito/Pil 2018 al 132,2% dal 131,4% dell’anno precedente.

I dati odierni Eurostat sono identici a quelli comunicati il 9 aprile da Bankitalia, che ha rivisto in rialzo di un decimale il debito/Pil 2017 a 131,4% da 131,3% e 2018 a 132,2% da 132,1%.

Le revisioni, spiegava Via Nazionale, riflettono principalmente l’ampliamento del perimetro delle amministrazioni pubbliche definito Istat in accordo con Eurostat.

Sempre in data 9 aprile, l’istituto nazionale di statistica ha rivisto al rialzo la crescita 2017 a 1,7% da 1,6% confermando un 0,9% per il 2018. Invariati i dati per il deficit/Pil nel 2017 e 2018 rispettivamente al 2,4% e 2,1%.

La Commissione europea, incaricata di monitorare i bilanci degli Stati della zona euro, ha deciso in dicembre di non avviare provvedimenti disciplinari nei confronti dell’Italia per il debito eccessivo, stimato al 131,1% per il 2018.

L’esecutivo Ue esprimerà la propria valutazione sul rispetto delle regole Ue da parte dell’Italia in giugno, dopo la diffusione dei dati Eurostat, le stime di primavera della stessa Commissione in agenda il 7 maggio, e il Def.

In Grecia, il debito è salito al 181,1% del Pil, livello più elevato nella zona euro. L’aumento rispetto al 176,2% del 2017 è dovuto principalmente all’ultima rata dei prestiti dei creditori della zona euro nell’ambito del terzo piano di salvataggio del paese conclusosi la scorsa estate.

Il debito/Pil complessivo della media euro è sceso all’85,1% dall’87,1% del 2017, così come il deficit/Pil in flessione allo 0,5% dall’1% del 2017, dice Eurostat.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

eBay, ricavi trimestrali battono previsioni

Da: Investing.com

eBay ha rilasciato gli utili del primo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Martedì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato $0,67 con i ricavi che sono arrivati a $2,64B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di $0,63 e un ricavo di $2,58B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a $0,53 con ricavi di $2,58B dello stesso periodo precedente 0,67 . Gli utili per azione riportati dall’azienda erano di $0,71 e i ricavi di $2,88B nel trimestre precedente.

Le azioni eBay hanno visto un guadagno del 5,26% con il prezzo a $38,60 nel corso del in linea con del giorno successivo al report.

Nel corso di quest’anno, le azioni eBay sono in crescita del 30.64%, sovraperformando il Nasdaq, il quale prosegue in crescita del 24% fino al momento della scrittura.

Leggi l’articolo completo qui

Wall Street da record: assist arriva da trimestrali. 78% di società S&P che hanno diffuso bilanci ha battuto le attese

Da: Borse.it

Wall Street brinda alle trimestrali e continua a inanellare nuovi record, smentendo quel pessimismo di fine 2018 che aveva fatto temere il peggio per l’azionario Usa. L’inversione di marcia rispetto al forte sell off che si è abbattuto sulla borsa Usa soprattutto alla fine di dicembre è evidente: merito della Federal Reserve, che ha indicato l’intenzione di fare una pausa nel percorso rialzista dei tassi di interesse e merito anche dei toni di distensione arrivati dagli Stati Uniti di Donald Trump e dalla Cina di Xi Jinping, entrambi impegnati a siglare un’intesa che possa far rientrare del tutto la paura di una guerra commerciale a 360° tra i due titani del pianeta.

I numeri parlano chiaro. Nella sessione della vigilia, lo S&P 500 ha terminato la sessione in crescita dello 0,9% a 2.933,68 punti, superando il suo precedente record di chiusura di 2.930,75 e attestandosi a un livello di poco inferiore rispetto al massimo intraday, pari a 2.940,91 punti. Anche il Nasdaq ha testato un valore di chiusurarecord, balzando dell’ 1,3% a 8.120,82.

Il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato 145,34 punti per chiudere a 26.656,39, distante appena dell’1,1% rispetto al suo livello record. E, aolmeno secondo Kevin Barry, responsabile della divisione di investimenti presso Captrust Advisors, non ci sarebbe alcun pericolo di bolla, visto che “questi livelli dei mercati sono giustificati”. Tra l’altro, a suo avviso, “il sell off del quarto trimestre ha avuto l’effetto, piuttosto, di prevenire una recessione, visto che ha portato le autorità monetarie a rispondere in modo estremamente veloce. Sia il presidente (cinese) Xi che il presidente (americano) Trump hanno raffreddato i toni e il presidente della Fed Jerome Powell ha deciso di fare dietrofront (e di decidere per una pausa nella politica monetaria restrittiva).

Un forte assist nella giornata di ieri è arrivato a Wall Street da Twitter, il cui titolo è balzato di +15,6% dopo risultati di bilancio migliori delle attese.

Il gruppo di microblogging ha reso noto che i suoi utenti attivi su base mensile sono cresciuti a 330 milioni di unità, meglio dei 318 milioni attesi da FactSet. In generale, la stagione degli utili societari Usa si sta confermando poisitiva se si considera che, stando ai dati sempre di FactSet, più del 78% delle società scambiate sullo S&P 500 che hanno già comunicato i risultati di bilancio hanno battuto le attese degli analisti.

“Tra le compagnie chiave che hanno reso note le trimestrali, la maggior parte ha battuto le attese – ha commentato alla Cnbc Peter Cardillo, responsabile economista di mercato presso Spartan Capital Securities – Questo significa che probabilmente riusciremo a sventare una recessione degli utili. E questo sarà un fattore chiave che permetterà ai mercati di segnare nuovi rally da questi livelli”.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

Un hacker avrebbe rubato 45.000 ETH “indovinando” le chiavi private più deboli

Da: Cointelegraph.com

Secondo un rapporto pubblicato il 23 aprile da Independent Security Evaluators, un ladro avrebbe accumulato quasi 45.000 ether (ETH) rubandoli dai wallet dotati di chiavi private particolarmente deboli, tanto da poter essere “indovinate”.

Adrian Bednarek, senior security analyst, ha dichiarato di aver scoperto le attività dell’hacker per puro caso. Anche se indovinare una chiave privata è statisticamente improbabile, nella sua ricerca è riuscito a scoprirne ben 732, che gli hanno conferito la possibilità di completare transazioni come se fosse il titolare dei wallet.

Per riuscire nell’impresa, l’analista – e probabilmente anche l’hacker – ha utilizzato dei generatori di numeri e codice casuali difettosi (gli stessi che magari sono stati usati dagli ignari utenti), invece di ricorrere ad attacchi di tipo brute force.

Bednarek ha poi notato che alcuni dei wallet associati alle chiavi private che ha scoperto erano caratterizzati da alcune transazioni in uscita, tutte verso lo stesso indirizzo:

“Un indirizzo aveva ricevuto denaro da alcuni dei wallet a cui eravamo riusciti ad accedere. Abbiamo trovato 735 chiavi private, ed ha preso soldi dai wallet associati a 12 di esse. È statisticamente improbabile che indovinasse quelle chiavi per caso, quindi probabilmente stava facendo la stessa cosa […] sostanzialmente rubava i fondi non appena entravano nei wallet degli utenti.”

All’apice del valore di ETH, si stima che il bottino dell’hacker sia valso più di 50 milioni di dollari. Al momento della stesura di questo articolo, i fondi avrebbero invece un valore di 7,8 milioni di dollari.

Secondo Bednarek, la vulnerabilità delle chiavi private in questione arriverebbe da alcuni errori di codifica presenti nel software che le ha generate. Un’altra teoria è che chi ottiene le proprie chiavi private generandole tramite una passphrase utilizza input molto deboli, come “abc123”, o magari inserisce una passphrase completamente vuota.

Anche se l’identità del ladro rimane ignota, Bednarek sostiene che dietro i furti si potrebbe nascondere anche un’entità importante, come la Corea del Nord. A marzo, un rapporto del Consiglio di Sicurezza degli Stati Uniti ha rilevato che la Corea del Nord aveva ammassato 670 milioni di dollari tra valute fiat e criptovalute, ottenute tramite vari attacchi hacker.

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.28% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5