May Juncker

Revisione del Mercato 20-02

Revisione del Mercato 20-02

Notizie Forex

Brexit, Theresa May di nuovo alle prese con Juncker

Da: Teleborsa.it

  • Il tempo stringe per trovare un accordo con l’Ue. In caso di “No Deal” cresce il rischio recessione con impatti più forti su sterlina (-25%) e prezzi case (-30%)

Nonostante i funzionari inglesi e quelli europei stiano lavorando a un nuovo testo per la parte più ostica dell’accordo sulla Brexit, il tempo scorre inesorabilmente e restano poco meno di cinque settimane alla scadenza fissata del 29 marzo. Un portavoce della Commissione europea ha confermato che la Premier britannica Theresa May domani, 20 febbraio, incontrerà a Bruxelles il Presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker.

L’assenza di un accordo, comunemente nota come scenario “no deal”, se non colmata in fretta, si ripercuoterebbe pesantemente sull’economia britannica: secondo gli economisti cresce infatti il rischio di recessione, ma a ricevere un duro colpo sarebbero in primis la sterlina, per cui si prevede un calo del 25%, ed i prezzi delle case, attesi in picchiata del 30%.

Altro problema che la May deve affrontare con estrema urgenza è quello della frammentazione interna al Parlamento. Oltre alle defezioni all’interno al suo partito, il primo ministro è alle prese con un gruppo di sette laburisti che si sono separati dal partito di opposizione per formare un nuovo movimento, cui potrebbero unirsi i tory “dissidenti”, spostando gli equilibri e complicando i calcoli della May sulla Brexit.

Leggi l’articolo completo qui

Euro rallenta sul montare di timori crescita, pesa dato Italia

Da: Reuters.com

Euro in ribasso, con l’attenzione che torna a concentrarsi sulle sfide politiche che deve affrontare la zona euro. Già appesantita, la moneta unica ha registrato un ulteriore calo dopo il deludente dato sugli ordini all’industria italiani.

“L’euro sta affrontando una settimana difficile” dice lo strategist di Societe Generale Kit Juckes. “L’euro ha buone possibilità di scendere al di sotto 1,13 dollari, ma non sotto 1,12 dollari”

Nel mese di dicembre l’indice destagionalizzato degli ordini all’industria è sceso dell’1,8% su mese rispetto al -0,4% rivisto di novembre. L’indice destagionalizzato del fatturato è sceso del 3,5% in termini congiunturali dopo un ribasso dello 0,1% il mese prima. A livello annuo, gli ordinativi (dati grezzi) sono scesi del 5,3% a fronte del -2,2% rivisto del mese precedente, registrando la variazione negativa maggiore dal luglio 2016. Per l’intero 2018 il dato grezzo degli ordinativi cresce del 2% sul 2017. Il fatturato corretto per il calendario è sceso del 7,3% – dato peggiore dal novembre 2009 – dal +0,5% di novembre. Per l’intero 2018 il dato grezzo del fatturato segna un progresso del 3,2% sul 2017.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

Tesla Model 3, tour europeo in vista del lancio in Italia

Da: Wallstreetitalia.com

La Tesla Model 3 è pronta a fare il suo debutto in Europa. Al momento sono in attesa di essere consegnate 14mila vetture ad altrettanti clienti del Vecchio Continente che hanno già inoltrato la propria prenotazione. La casa automobilistica fondata e guidata da Elon Musk punta a consegnare 3mila pezzi alla settimana.

Lo ricordiamo, in Italia il prezzo del modello base dell’auto elettrica, sfiorerà i 60mila euro (59.600) per arrivare a oltre 70mila per la versione Performance, che consente uno scatto 0-100 km/h da soli 3,5 secondi e 250 km/h di velocità di punta. Il prezzo di quest’ultima versione è paragonabile a quello di una Maserati Ghibli, giusto per fare un confronto che chiarisce che, nel caso della Model 3, non si sta parlando di un modello particolarmente accessibile.

In attesa di poter vedere la Model 3 finalmente sulle strade, Tesla ha avviato il suo tour per far conoscere la vettura alla stampa e alla clientela. Le primissime consegne sono avvenute già lo scorso 9 febbraio presso il porto belga di Zeebrugge. Un tweet dello stesso Musk mostrava alcuni dei primi pezzi, caricati sul camion che li condurrà ai clienti che per primi avevano ordinato la vettura.

Leggi l’articolo completo qui

Borsa Milano chiude negativa poco sopra minimi, male banche, Amplifon

Da: Reuters.com

Piazza Affari chiude poco sopra i minimi di seduta ma in territorio negativo dopo il dato deludente su ordini e fatturato dell’industria a dicembre, entrambi in netto calo rispetto al mese precedente.

Un trader in mattinata parlava di “dati spaventosi” non escludendo che dal dato definitivo del pil del quarto trimestre a marzo possa venir fuori un peggioramento rispetto al -0,2% preliminare.

Sullo sfondo i rinnovati timori di nuovi dazi sul settore auto per le importazioni Usa che minano l’ottimismo sui colloqui in corso tra Stati Uniti e Cina sulle relazioni commerciali.

L’indice FTSE Mib chiude in calo dello 0,50%, l’Allshare dello 0,56%. Poco mosse Francoforte e Parigi. Volumi per 1,7 miliardi di euro di controvalore.

Soffrono in particolare i bancari con l’indice di settore che cede 0,98% e vendite che si accaniscono su UBI BANCA (-3,59%) e a seguire su UNICREDIT (-1,41%), BANCO BPM (-0,58%) e INTESA SANPAOLO (-0,46%), mentre viene risparmiata BPER BANCA invariata.

Male anche il risparmio gestito: in particolare soffrono FINECOBANK (-2,22%) e BANCA GENERALI (-2,72%).

In lettera il settore auto: CNH INDUSTRIAL cede 1,36%, mentre FERRARI lascia sul terreno lo 0,13%. Invariata FCA.

Pesante il bilancio di giornata per AMPLIFON (-3,77%): il titolo ha un saldo positivo dell’11% da inizio anno e questa discesa, secondo un trader, configura una nuova occasione d’acquisto. Male anche altri titoli industriale come PIRELLI (-2,06%).

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

Coinbase acquisisce la startup blockchain italiana Neutrino

Da: Cointelegraph.com

Secondo un post pubblicato sul blog della società martedì 19 febbraio, l’exchange di criptovalute statunitense Coinbase ha acquisito la startup italiana di blockchain intelligence Neutrino.

Coinbase ha rivelato che la società, nata a Milano nel 2016, continuerà ad operare come azienda autonoma facendo leva sull’ufficio londinese dell’exchange. L’importo dell’accordo non è stato divulgato.

L’exchange ritiene che l’intelligence blockchain contribuirà alla creazione di un sistema finanziario aperto e protetto. La società crede che Neutrino aiuterà Coinbase a prevenire il furto di fondi, a indagare su attacchi di hacker e ransomware e a identificare transazioni sospette.

Inoltre, l’acquisizione permetterà a Coinbase di aggiungere altre criptovalute e funzionalità ai suoi servizi, poiché Neutrino aiuterà l’exchange a rispettare le leggi e le normative vigenti.

Qualche settimana fa, Coinbase ha annunciato di aver acquisito Blockspring, la startup tecnologica finanziata da Andreessen Horowitz. La startup produce strumenti che consentono agli sviluppatori di raccogliere e elaborare automaticamente le informazioni dalle API (application programming interfaces).

A febbraio, Coinbase ha lanciato il supporto ai prelievi tramite il sistema di pagamenti online PayPal per i residenti dell’Unione Europea, una funzionalità che era stata precedentemente disponibile solo per gli utenti degli Stati Uniti.

Inoltre, Coinbase ha aggiunto il supporto a Bitcoin (BTC) alla sua app Coinbase Wallet, in cui gli utenti possono archiviare le proprie criptovalute proteggendole con le proprie chiavi private.

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 63.18% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5