FedEx

Revisione del Mercato 19-12

Revisione del Mercato 19-12

Notizie Forex

Dollaro debole ai minimi di sei giorni in attesa Fed

Da: Reuters.com

Il dollaro è sceso ai minimi di sei giorni, con gli investitori che anticipano la possibilità che Federal Reserve rallenti il ritmo del rialzo dei tassi di interesse dopo la riunione di questa settimana.

I recenti dati economici deboli a livelo globale hanno rafforzato l’opinione che l’atteso rialzo dei tassi della banca centrale Usa previsto domani possa rappresentare la fina di tre anni di costanti aumenti.

Alcuni investitori stanno iniziando a chiedersi se la corsa del dollaro come valuta con le migliori performance sia destinata a proseguire nel 2019.

La fiducia degli investitori è peggiorata, portando alle peggiori previsioni per l’economia mondiale da dieci anni a questa parte, secondo quanto emerso da un sondaggio di Bank of America Merrill Lynch.

L’avversione al rischio ha fatto salire lo yen e il franco svizzero, mentre il dollaro non ha avuto benefici.

Con la prospettiva di un rialzo dei tassi ‘dovish’ che tiene sotto controllo il dollaro, l’euro è salito di mezzo punto percentuale a 1,14 dollari. La moneta unica ha recuperato tutte le perdite da ieri, registrate dopo i dati deboli della zona euro.

L’indice dell dollaro perde lo 0,4% a 96,699, mimino da sei giorni.

Leggi l’articolo completo qui

Accordo su manovra: cosa accadrà adesso?

Da: Money.it

Cosa accadrà dopo l’accordo sulla manovra di bilancio? La procedura d’infrazione sarà sin da subito accantonata o le discussioni verranno semplicemente rimandate?

Un accordo informale sulla manovra di bilancio è stato finalmente trovato nella serata di ieri, martedì 18 dicembre.

A confermarlo una portavoce del Mef che ha appunto alzato il velo sull’intesa tecnica che dovrà essere ufficializzata nella giornata odierna.

Cosa accadrà ora che l’accordo sulla manovra è stato finalmente trovato? Una domanda lecita, soprattutto alla luce di quella procedura di infrazione che ha a lungo pesato sulla testa dell’Italia. Sarà definitivamente accantonata o le discussioni in merito verranno semplicemente rimandate in attesa di azioni più concrete da parte di Roma?

Cosa ha reso possibile l’accordo sulla manovra

Nella tarda serata di ieri il Premier Giuseppe Conte e il Ministro dell’Economia Giovanni Tria hanno inviato a Bruxelles una lettera di impegni volta ad evitare la temuta procedura d’infrazione.

Una vera e propria missiva di rassicurazioni precedentemente richiesta dalla Commissione europea che dovrà ora decidere se reputarla o meno sufficiente ad evitare le sanzioni contro Roma.

Secondo le prime voci giunte in serata, l’Italia e l’Europa avrebbero trovato l’agognato accordo sulla manovra. Il tutto, però, si è svolto in via informale, come sottolineato da Palazzo Chigi che ha tentato di frenare gli entusiasmi iniziali.

“Allo stato vi è la ragionevole previsione che la proposta che sarà portata domani all’attenzione del Collegio della Commissione sarà positiva, utile a evitare l’infrazione. Ma occorre attendere che si completi la procedura per poter considerare definitivamente conclusa la negoziazione”.

Ma cosa ha reso possibile l’accordo sulla manovra di bilancio? Sicuramente i passi indietro del Governo che, proponendo un deficit al 2,4% ha altresì deciso di tagliare circa 10 miliardi di euro tra risparmi di spesa, dismissioni e rinvii delle agevolazioni per le grandi aziende. A contribuire, però, è stata anche la revisione al ribasso delle stime di crescita del Pil, passate dal precedente 1,5% all’attuale 1%.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

FedEx rivede al ribasso stime 2019, titolo giù nell’afterhours a Wall Street

Da: Borse.it

FedEx ha rivisto al ribasso le stime per il 2019 in scia alla debolezza in Europa. Un annuncio che ha messo sotto pressione il titolo nella sessione afterhours a Wall Street, registrando una flessione di oltre il 6 per cento.

Il gruppo Usa delle spedizioni si attende per il 2019 un utile per azione (Eps) compreso tra 15,5 e 16,6 dollari rispetto alle precedenti previsioni comprese tra 17,20 e 17,80 dollari. FedEx ha pubblicato anche i risultati del secondo trimestre archiviato lo scorso novembre che vede l’utile netto attestarsi a 935 milioni di dollari contro i 775 milioni di un anno fa, mentre i ricavi sono saliti a 17,8 miliardi di dollari dai 16,3 miliardi dell’analogo periodo nel 2017.

Leggi l’articolo completo qui

Borsa Milano passa in positivo con Europa, bene Moncler

Da: Reuters.com

Piazza Affari passa in positivo in sintonia con le altre borse europee, a partire da quella di Francoforte che insieme a Milano ha registrato la performance peggiore nel 2018.

Un piccolo movimento di recupero che compensa l’eccesso di pessimismo che ha penalizzato ultimamente i mercati, in particolare quelli europei, secondo un trader.

Intorno alle 11,45 il FTSEMib sale di 0,3%, come lo Star, anche l’europeo Stoxx 600 è leggermente positivo.

MONCLER recupera gli ultimi ribassi e sale di oltre 3% portandosi in testa al listino principale; oggi Hsbc ha ribadito il suo “buy” sul titolo. Rimbalzi anche per il resto del lusso tra cui FERRAGAMO.

Migliora il tono dell’automotive, tra i settori più premiati oggi in Europa, con FCA +1,3%; ancora negativa ma sopra i minimi CNH, raggiunge la parità PIRELLI.

Conquista il segno più anche l’indice delle banche (+0,7% in linea con quello europeo) mentre lo spread BTP/Bund resta poco sopra i 270 punti in attesa di sviluppi del negoziato tra Roma e Bruxelles sulla manovra di bilancio.. Sempre sulle montagne russa CARIGE a causa del valore minimo del titolo, in luce MEDIOBANCA con +2%.

Ancora in calo il settore energia sulla debolezza del greggio, con ENI -0,3% e SAIPEM, già molto venduta ieri, in calo di 1,4%.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

Direttore di Blockchain Capital: “gli investitori si pentiranno di non aver comprato adesso”

Da: Cointelegraph.com

È passato un anno da quando il Bitcoin (BTC) ha raggiunto la cifra record di 20.000$, e un partner della società di venture capital Blockchain Capital ha dichiarato che il mercato ribassista di oggi rappresenta “una fantastica opportunità di acquisto”. Spencer Bogart ha fatto le sue osservazioni durante un’intervista nel programma Fast Money della CNBC.

Il Bitcoin si trova ora a circa 3.550$, in rialzo del 2% e con un guadagno di 260$ rispetto alla quotazione delle ultime 24 ore. La moneta, tuttavia, è in calo dell’82% rispetto al prezzo segnato esattamente un anno fa.

Sottolineando che Blockchain Capital è un “investitore di venture capital a lungo termine”, Bogart ha dichiarato alla CNBC:

“Potrebbe raggiungere 50.000$? Assolutamente. Non ha lo stesso tipo di rapporto prezzo/profitto che normalmente pone una sorta di limite superiore o di massimale su un’azienda tecnologica nella sua fase iniziale […] Quanto ci vorrà? Non lo so.”

Quando la conduttrice della CNBC Melissa Lee fa notare che anche nel 2017 si era convinti che il Bitcoin “potesse solo andare più in alto”, Bogart ha dichiarato che “non c’è assolutamente nulla di sbagliato nella tesi rialzista”, ed ha affermato di aver notato che fino a poco tempo fa il mercato del Bitcoin era “quasi interamente guidato dagli investitori retail”. Secondo lui, per questo motivo le impennate rialziste potrebbero “andare un po’ troppo in alto”, così come i crolli ribassisti potrebbero “scendere troppo in basso”.

Bogart ha sottolineato che nonostante la debolezza dei prezzi sul breve periodo, i “fondamentali” della tecnologia e del concetto sono ancora presenti. In particolare, il direttore di Blockchain Capital ha dichiarato che nel 2018 ci sono stati importanti progressi in termini di scaling, come ad esempio il Lightning Network, che aiuta ad “effettuare transazioni estremamente economiche e in modo estremamente rapido”.

Ha inoltre sottolineato la sempre maggiore istituzionalizzazione dell’asset class, citando le sovvenzioni delle università della Ivy League degli Stati Uniti come Yale e Harvard, i derivati ​​sul Bitcoin, la piattaforma di trading dell’Intercontinental Exchange (ICE) “Bakkt” e la creazione di numerosi servizi di custodia.

Le dichiarazioni rialziste di Bogart hanno inoltre evidenziato l’eccezionale “qualità del talento” che sta entrando nel settore delle criptovalute, sottolineando che i “migliori e più brillanti” stanno “lavorando sul Bitcoin”.

Per quanto riguarda la volatilità dei prezzi, Bogart ha affermato che oggi il Bitcoin potrebbe anche “assolutamente” scendere, “persino a 2.000$ o 1.000$”, ma secondo lui tutte queste soglie rappresenterebbero “una grande opportunità di acquisto”:

“Tra 24 o magari anche 12 mesi ci guarderemo alle spalle e penseremo: ‘perché non ho comprato in quel momento?'”

In una recente intervista, il cofondatore di Fundstrat Global Advisors Thomas Lee ha dichiarato di credere che “il valore giusto del Bitcoin sia significativamente superiore al prezzo attuale”. Ha ipotizzato una cifra compresa tra i 13.800$ e i 14.800$, sulla base del numero di wallet attivi, l’utilizzo di ogni account e altri fattori.

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 63.18% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 82.94% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5