Revisione del Mercato 18-01

Revisione del Mercato 18-01

Notizie Forex

Guerra commerciale: mercati festeggiano possibile riduzione dazi

Da: Money.it

La guerra commerciale USA-Cina potrebbe essere giunta alle battute finali.

I mercati hanno inaugurato l’ultima seduta della settimana in deciso rialzo, sostenuti da una nuova ventata di ottimismo che ha trovato fondamento nella possibile riduzione dei dazi imposti da Trump sui beni cinesi.

L’ipotesi, paventata da alcuni funzionari di Washington, ha gettato una nuova luce su quella guerra commerciale che sta tenendo da mesi con il fiato sospeso. L’alleggerimento delle tariffe potrebbe essere il passo decisivo verso la risoluzione del conflitto.

Guerra commerciale: a che punto siamo?

In occasione dell’ultimo G20 di Buenos Aires le due potenze hanno siglato una tregua commerciale di 90 giorni necessaria a trovare un accordo commerciale entro il prossimo 1° marzo.

Ora, secondo il Wall Street Journal, il Segretario del Tesoro USA Steven Mnuchin avrebbe proposto una riduzione di alcuni dei dazi imposti contro la Cina, con l’obiettivo di indurre Pechino a offrire nuove concessioni. Un’ipotesi, questa, contro la quale si sarebbe però scagliato il Rappresentante del Commercio Robert Lighthizer, convinto che la scelta indebolirebbe la posizione degli USA nella guerra commerciale contro la Cina.

Gli analisti di Eurasia Group hanno fatto notare come le due potenze abbiano adottato ora un approccio più costruttivo poiché preoccupate dalle possibili reazioni del mercato di fronte ad un collasso dei negoziati.

“Piuttosto che trovare un accordo commerciale onnicomprensivo entro il 1° marzo, i due Paesi sceglieranno di estendere i colloqui per altri 90 giorni”, hanno previsto gli esperti.

Mercati festeggiano

La possibile riduzione dei dazi contro la Cina e il disgelo tra le due potenze hanno avuto un impatto immediato sui mercati nell’ultima sessione della settimana. Le Borse asiatiche, le prime ad aprire le danze, hanno registrato tutte rialzi superiori al singolo punto percentuale.

Non hanno spento l’ottimismo neanche le voci secondo cui in realtà non ci sarebbe alcuna discussione in corso sull’alleggerimento delle tariffe USA. Lo Shanghai, solo per fare un esempio, sta scambiando con una progressione dell’1,43%. Il Nikkei ha chiuso a +1,27%, seguito da un Kospi a +0,86%. L’Hang Seng invece sta procedendo con un rialzo dell’1,26%. I mercati, almeno per il momento, sembrano convinti: la guerra commerciale potrebbe presto subire una svolta.

Leggi l’articolo completo qui

Euro scivola a minimo 2 settimane, pesano deboli dati macro

Da: Reuters.com

L’euro è sceso ai minimi delle due settimane contro il biglietto verde, a 1,1370 dollari, con la debole lettura di dati macro della zona euro che hanno trascinato in basso la valuta, mentre la sterlina si mantiene salda dopo il voto di fiducia alla premier Theresa May.

“I dati della zona euro sono stati piuttosto deludenti e questo spinge l’euro a sottoperformare il dollaro che ha sofferto nelle prime settimane dell’anno”, dice Alvin Tan di Societe Generale a Londra.

I dati macro di questa settimana hanno mostrato che l’economia tedesca è cresciuta dell’1,5% nel 2018, il tasso di espansione più debole in cinque anni, mentre i dati sull’inflazione della zona euro hanno mostrato un rialzo tendenziale dell’1,6%. La debolezza dell’euro arriva in un momento in cui il dollaro stesso ha faticato a guadagnare.

Con 325 voti contro 306, Theresa May ieri sera ha incassato la fiducia del parlamento a dispetto dell’umiliante bocciatura dell’accordo negoziato con la Ue per il divorzio di Londra da Bruxelles. La politica interna britannica ha dominato i mercati nella seduta di ieri. Con l’avvicinarsi della scadenza del 29 marzo, il Regno Unito si trova ad affrontare la più grave crisi politica degli ultimi cinquant’anni.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

Morgan Stanley crolla nel pre-market dopo utili inferiori a previsioni

Da: Investing.com

Vendite sul titolo Morgan Stanley (NYSE:MS) nel pre-market di Wall Street, con il titolo che cede oltre il 4%, preparandosi, così, ad un suono della campanella che si preannuncia preoccupante.

La banca d’affari americana ha comunicato i dati sugli utili, con i numeri del quarto trimestre che hanno visto un netto calo, inferiori anche alle negative previsioni degli analisti.

I ricavi netti trimestrali sono scesi del 10%, fermandosi a 8,55 miliardi di dollari, mentre gli esperti se ne attendevano 9,30 miliardi. Inoltre, i proventi dal reddito fisso hanno perso il 30% a fronte di un andamento piatto dei ricavi sull’equity.

In crescita, invece, l’utile netto attribuibile che arriva a 1,53 miliardi, equivalente a 80 centesimi per azione, mentre il dato precedente si fermava a 643 milioni.

Su base annuale, gli utili sono saliti del 43% a 8,7 miliardi di dollari, mentre i ricavi hanno visto una crescita del 6%.

Il risultato per il 2018 segna un anno positivo per le grandi banche d’affari Usa, con i sei più grandi istituti che complessivamente segnano un utile superiore ai 120 miliardi di dollari, record assoluto.

I profitti pià alti sono stati prodotti da Jp Morgan (32,5 miliardi), seguita da Wells Fargo (22,4 miliardi), Citigroup (18 miliardi), e Goldman Sachs (10,5 miliardi) che insieme a Bank of America (28,1 miliardi) hanno rilasciato ieri i dati sugli utili.

Leggi l’articolo completo qui

Netflix battono previsioni degli analisti

Da: Investing.com

Netflix (NASDAQ:NFLX) ha rilasciato gli utili del quarto trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Giovedì, con i ricavi che appena sotto le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato $0,30 con i ricavi che sono arrivati a $4,19B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di $0,25 e un ricavo di $4,21B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a $0,41 con ricavi di $3,29B dello stesso periodo precedente 0,30 . Gli utili per azione riportati dall’azienda erano di $0,89 e i ricavi di $4B nel trimestre precedente.

Nel corso di quest’anno, le azioni Netflix sono in crescita del 31.95%, sovraperformando il S&P 500, il quale prosegue in crescita del 6% fino al momento della scrittura.

Netflix resta in linea con le aziende principali del settore Terziario nel corso di questo mese

Il 20 Dicembre 2018, Walgreens Boots ha rilasciato gli utili per azione del primo trimestre, che sono risultati essere di $1,46, e i ricavi comunicati sono di $33,79B, con le previsioni che si aspettavano EPS per $1,43 mentre i ricavi sono risultati di $33,86B.

Gli utili di Carnival Corp rilasciati il 20 Dicembre 2018, hanno battuto le aspettative degli analisti, con gli EPS del quarto trimestre arrivati a $0,70, e i ricavi arrivati a $4,46B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a $0,69, mentre i ricavi sono risultati essere di $4,45B.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

I ricercatori del MIT e della Stanford University svilupperanno “Unit-e”, una nuova nuova criptovaluta “scalabile a livello mondiale”

Da: Cointelegraph.com

Un gruppo di ricercatori provenienti da alcune delle più famose università statunitensi ha annunciato il lancio di una “rete di pagamenti decentralizzata e scalabile a livello globale”, dotata della propria criptovaluta. Lo rivela un comunicato stampa pubblicato nella giornata di oggi, 17 gennaio.

Lo sviluppo della criptovaluta, soprannominata “Unit-e”, è stato finanziato dalla Distributed Technologies Research (DTR), un’organizzazione no profit con sede in Svizzera, il cui lancio ufficiale è stato annunciato nello stesso comunicato di oggi.

DTR include ricercatori provenienti da sette importanti università degli Stati Uniti, tra cui il Massachusetts Institute of Technology (MIT), la Stanford University e UC Berkeley.

Secondo il comunicato, l’organizzazione sarebbe stata finanziata dal fondo di investimenti blockchain Pantera Capital.

Il team principale che si occuperà dello sviluppo di Unit-e ha sede a Berlino ed è formato da vari “ingegneri specializzati in sistemi distribuiti e open-source”.

Joey Krug, membro del DTR Foundation Council e CIO di Pantera Capital, ha affermato che “la mancanza di scalabilità ostacola l’adozione delle criptovalute”.

Come riporta Bloomberg, DTR prevede di lanciare Unit-e nella seconda metà di quest’anno. L’organizzazione ha dichiarato di aver in programma di far raggiungere alla rete una velocità di 10.000 transazioni al secondo.

Il 23 dicembre, la capacità del Lightning Network (LN) di Bitcoin (BTC) ha superato i 2 milioni di dollari di transazioni. Anche il numero di canali che collegano tra loro i nodi è cresciuto significativamente, fino a toccare, verso la fine del 2018, un numero di 14.352 canali univoci.

Ad ottobre, uno studio pubblicato dalla società di servizi finanziari Depository Trust & Clearing Corporation ha rilevato che la tecnologia blockchain è sufficientemente scalabile per supportare i volumi giornalieri dei mercati azionari statunitensi.

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 63.18% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5