Revisione del Mercato 14-01

Revisione del Mercato 14-01

Notizie Forex

Brexit, la premier May al parlamento: “Approvate l’accordo o saranno conseguenze catastrofiche”

Da: Euronews.comA due giorni dal previsto voto parlamentare sulla bozza di acccordo per la Brexit, sul clima politico del Regno Unito continua a regnare l’incertezza. Con un intervento su un domenicale, la premier conservatirice Theresa May ha fatto appello ai deputati affinché approvino la sua proposta per l’uscita di Londra dall’Unione europea, ed evitino così quelle che definisce “conseguenze catastrofiche”.Criticata dai sostenitori di una Brexit dura, che giudicano l’accordo troppo accondiscendente con Bruxelles, e per motivi opposti anche dagli oppositori della Brexit, la premier – contraria a un secondo referendum – è sotto un fuoco incrociato. In questo scenario diventano decisive le mosse dell’opposizione laburista, il cui leader Corbyn continua a dirsi cotrario a una Brexit No Deal.“Preferirei ottenere un accordo negoziato ora, se così si può evitare il pericolo di un’uscita senza accordi il 29 marzo, uno scenario che sarebbe catastrofico per l’industria e per il commercio e che causerebbe enormi effetti a lungo. Penso che il Parlamento abbia votato a favore di un emendamento alla legge finanziaria questa settimana che indica la contrarietà a una Brexit senza accordo. Tuttavia non c’è niente di specifico su questo. Noi laburisti faremo il possibile per evitare una Brexit senza accordo. ”La tensione politica tra i pro Brexit e quelli contrari si è anche trasformata in scontro fisico domenica, con due cortei di attivisti entrati in contatto nel centro di Londra. Giorni fa, durante alcune protesta davanti alla Camera dei Comuni, un esponente pro-Brexit, James Goddard, è stato arrestato, dopo che aveva definito “nazista” la parlamentare conservatrice Anna Soubry, contraria all’uscita di Londra dall’Unione europea.Leggi l’articolo completo qui

Italia, produzione crolla a novembre, aumenta rischio recessione

Da: Reuters.comLa produzione italiana ha registrato un brusco crollo a novembre, aumentando la probabilità che l’Italia sia entrata in una recessione tecnica nel quarto trimestre del 2018 e i rischi verso il basso sulle già deboli prospettive economiche per l’anno appenna iniziato.A determinare la gelata, il rallentamento del commercio internazionale, per effetto dello scontro tra Stati Uniti e Cina, che si sta effetti negativi anche sulla manifattura europea.Ai fattori esogeni si aggiunge l’incertezza legata alle politiche economiche del governo Lega-M5S, che ha provocato non poche tensioni sui mercati finanziari e potrebbe ulteriormente pesare sugli investimenti.Stando ai dati diffusi stamane da Istat, a novembre la produzione industriale italiana si è contratta di 1,6% su base mensile dopo -0,1% segnato ad ottobre (rivisto da +0,1%), mentre la mediana della attese degli economisti interpellati da Reuters in un sondaggio prospettava una contrazione di 0,3%.I dati giunti nei giunti scorsi da Francia e Germania avevano però fatto presagire come l’aspettativa di una correzione di qualche decimale rischiasse di rivelarsi ottimistica, dal momento che la produzione tedesca e francese a novembre hanno registrato rispettivamente una flessione di 1,9% e di 1,3% su base mensile.Tornando all’Italia, a perimetro annuo, la produzione ha subìto un calo di 2,6% su base annua, a fronte di attese per un incremento di 0,2% dopo l’aumento di 1% segnato ad ottobre.Nel terzo trimestre il Pil italiano si è contratto di 0,2% e una nuova flessione nel quarto trimestre sancirebbe l’ingresso in una recessione tecnica.“A questo punto è molto probabile”, commenta Nicola Nobile, economista di Oxford Economics.Loredana Federico, economista di UniCredit, ritiene ancora possibile una crescita del Pil nulla nel quarto trimestre, con rischi al ribasso che si fanno però più concreti, “visto che l’industria darà difficilmente un contributo positivo”.La debole riscontrata nell’ultima parte del 2018 — che dovrebbe essersi chiuso con una crescita del Pil intorno a 1% — rischia di pesare ulteriormente sulle prospettive per quest’anno, già poco incoraggianti.Il target di crescita del Pil incorporato dal governo nella manovra 2019, su cui si è faticosamente raggiunto un accordo con Bruxelles che ha scongiurato la procedura d’infrazione sui conti pubblici, appare ancora più ottimistico agli occhi di diversi addetti ai lavori.Secondo Nobile, l’economia italiana crescerà di 0,3% quest’anno, mentre Loredana Federico per il momento conferma una previsione di espansione del Pil a 0,8%.Leggi l’articolo completo qui

Notizie mercato azionario

Borse Asia in netto calo, pesa contrazione export Cina

Da: Reuters.comI mercati azionari dell’area Asia-Pacifico oggi sono in netto calo dopo la contrazione a sorpresa dell’export cinese, che aumenta i timori per lo stato della seconda economia mondiale e di un più vasto rallentamento della crescita e dei profitti.A dicembre le esportazioni dalla Cina sono calate del 7,6% anno su anno, rispetto alle attese di un +3%. Gli esperti si aspettavano un rialzo mensile del 5%, mentre invece c’è stata una diminuzione del 4,4%.I numeri deludenti hanno rafforzato i timori che i dazi Usa abbiano cominciato a pesare nettamente sull’economia cinese.Il calo della domanda in Cina si percepisce già a livello internazionale, con il rallentamento delle vendite di beni che vanno dagli iPhone alle auto, provocando una serie di profit warning per aziende come Apple e Jaguar Land Rover.Il dollaro australiano, considerato un indicatore del sentiment globale per il rischio e dell’andamento dello yuan cinese, è sceso dai massimi da un mese contro il dollaro Usa dopo la diffusione del dato sull’export dalla Cina.“Riteniamo che la crescita del commercio nel prossimo anno rallenterà in modo significativo sull’enorme incertezza e su base ampia”, scrivono gli analisti di Citi in una nota, prevedendo un calo dell’export del 5,1% e dell’import del 6,8% quest’anno.“Resta una significativa incertezza sul fatto che ci possa essere un ‘accordo’ dopo il primo marzo”, aggiungono gli analisti, in riferimento ai negoziati sul commecio tra Usa e Cina.Per altri analisti, i dati di oggi rappresentano proprio un impulso per la Cina per risolvere la disputa commerciale con gli Usa.Oggi comunque la liquidità sui mercati è stata leggera, anche per la chiusura per festività della borsa di Tokyo.Leggi l’articolo completo qui

Chiusura in rosso per Milano, si ferma la striscia di rialzi

Da: Borse.itPiazza Affari cede alle vendite dopo 5 sedute consecutive in rialzo. L’indice Ftse Mib ha chiuso in flessione dello 0,05% a quota 19.290 punti dopo che nelle precedenti 5 sedute era salito di oltre il 5%.Se da un lato l’asta Btp ha confermato il forte calo dei tassi e una domanda sostenuta per i Btp, l’Istat ha diffuso preoccupanti dati sulla produzione industriale (-2,6% a/a, peggior calo dal 2014) che rafforzano i timori che l’Italia vada verso la recessione, con stime del governo su Pil 2018 ormai quasi impossibili da centrare. La prima lettura sul Pil del quarto trimestre arriverà a fine mese e un segno meno su base trimestrale, abbinato a quello già registrato nel terzo trimestre, porterebbe il paese in recessione tecnica.Bene anche Saipem (+0,825) con JPMorgan che ha alzato rating a overweight. Oltre +1% per Pirelli dopo il Buy arrivato da Ubs che vede utili in rialzo a doppia cifra nel 2019.Ha limitato i cali Ferragamo (-0,78%) finita sotto la lente d´ingrandimento di Credit Suisse. Gli analisti hanno tagliato la raccomandazione sul gruppo del lusso toscano a underperform dal precedente neutral, con un target price che scivola a 14 da 21 euro. Secondo il broker svizzero il 2019 potrebbe essere un altro anno di transizione per Ferragamo.Tra i peggiori Ubi e Banco Bpm con cali nell’ordine del 3%.Leggi l’articolo completo qui

Notizie sulle criptovalute

Il responsabile dell’attacco del 51% su Ethereum Classic restituisce 100.000$ ad un exchange di criptovalute

Da: Cointelegraph.comSecondo un post sul blog ufficiale di Gate.io, i responsabili dell’attacco del 51% su Ethereum Classic hanno restituito 100.000$ all’exchange di criptovalute.La società ha inoltre dichiarato di aver provato più volte a contattare gli hacker per conoscere la ragione del gesto, senza però ricevere alcuna risposta:“Se l’attacco non è stato eseguito per profitti personali, potrebbe essere opera di un white hat hacker che voleva ricordare alla gente i rischi legati al consenso e alla potenza di hashing”.Un white hat hacker è un hacker con una forte etica professionale che usa le sue abilità di hacking per buone cause, e mai per guadagno personale. Il jargon file, una sorta di “manifesto” della cultura hacker, spiega:“Il termine white hat hacker indica uno specialista di sicurezza informatica alleato o buono.”Il 9 gennaio, Gate.io ha pubblicato la sua analisi dell’attacco del 51%, rilevando che sono stati trasferiti un totale di 54.200 ETC (che al momento valevano circa 271.500$). Nel giorno precedente, il famoso exchange di criptovalute Coinbase ha dichiarato che l’ETC coinvolto nella forte riorganizzazione della blockchain ammontava ad oltre 1,1 mln di dollari.Gate.io fa notare che l’hashrate attuale della rete Ethereum Classic è piuttosto basso, ed è quindi ancora possibile arrivare ad avere una potenza di calcolo sufficiente per un altro attacco del 51%. Di conseguenza, il numero di conferme richieste per i depositi di Ethereum Classic su Gate.io è stato portato a 4.000.Come riportato da Cointelegraph in un follow-up dedicato, Coinbase ha rilevato la riorganizzazione della blockchain ETC e i relativi fenomeni di double spending tra il 5 e il 7 gennaio.Charlie Lee, fondatore dell’altcoin Litecoin (LTC), ha dichiarato che, per definizione, una criptovaluta decentralizzata deve per forza essere suscettibile ad attacchi del 51%.Leggi l’articolo completo quiLiberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 63.18% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 82.94% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5