Dollar

Revisione del Mercato 13-02

Revisione del Mercato 13-02

Notizie Forex

Dollaro su tra accordo per il blocco amministrativo USA e timori per l’Europa

Da: Investing.com

Il dollaro segna un nuovo massimo di otto settimane negli scambi della mattinata europea di questo martedì, la notizia di un accordo per evitare un nuovo blocco delle attività amministrative USA è stato eclissato dal persistere dei timori per lo scontro commerciale USA-Cina e da altre notizie ribassiste in Europa.

L’indice del dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre principali valute, sale per il nono giorno consecutivo dopo che il capo della banca centrale tedesca Jens Weidmann ha avvertito che la zona euro non è ancora “a prova di crisi”.

Con l’aumento di uno dei rischi più ovvi per l’economia USA, il dollaro resta la principale valuta meglio supportata dalla crescita a breve termine e dalle dinamiche dei tassi di interesse. L’euro, la sterlina e lo yen sono invece in difficoltà nel costruire uno slancio, dati i problemi delle loro economie.

“Valutiamo a circa uno a tre il rischio di una recessione ‘tecnica’ (nella zona euro), scrive in una nota Ken Wattret, capo economista europeo di IHS Markit.

Tuttavia, sottolinea che “una grave recessione resta improbabile, dal momento che sono assenti i fattori scatenanti soliti, come l’inasprimento della politica monetaria e lo stress finanziario”.

La sterlina tocca un nuovo minimo di tre settimane nella notte, proseguendo la discesa cominciata sulla scia dei dati che hanno rivelato un’economia britannica quasi in stallo mentre si avvicina la data di uscita dall’Unione Europea.
Tuttavia, ha recuperato parte delle perdite stamattina, attestandosi a 1,2871.

I riflettori saranno puntati sulla Swedish corona svedese nel corso della giornata, con i mercati in attesa di capire se la Riksbank ritiene ancora di poter alzare i tassi di interesse quest’anno. La corona è crollata del 3% finora quest’anno, con il peggioramento delle prospettive economiche, e non è lontana dal minimo di 10 anni di gennaio.

Leggi l’articolo completo qui

Previsioni per il prezzo EUR/USD – L’euro perde terreno ma trova acquirenti

Da: FXempire.it

Martedì l’euro si muove leggermente in ribasso ad inizio sessione, ma nel corso della giornata inverte la sua rotta stampando un martello. La regione degli 1,13$ offre una resistenza, tuttavia, una rottura al di sopra del suddetto livello potrebbe aprire le porte ad una forte ascesa del mercato. In un simile scenario, la coppia potrebbe rientrare all’interno del consolidamento complessivo poiché ci troviamo in una regione che ha mostrato una certa rilevanza.

Martedì l’euro si muove in ribasso ad inizio sessione, ma nel corso della giornata inverte la sua rotta stampando una candela piuttosto favorevole nel bel mezzo della sessione statunitense, figura che unita a quella di lunedì potrebbe suggerire un forte ulteriore del mercato. Alla luce di quanto appena detto, non escludiamo la possibilità di vedere la coppia raggiungere l’estremità superiore della zona di consolidamento complessiva, ovvero la regione degli 1,15$. In un simile scenario, prevediamo un ulteriore rimbalzo del mercato sulla scia del rally di sollievo.

Una rottura la di sotto della candela di martedì potrebbe proiettare la coppia verso quota 1,12$. Detto questo, non credo che il mercato sia intenzionato a compiere una simile mossa soprattutto se dovessimo assistere ad un’inversione di tendenza al di sopra degli 1,13$. A tale proposito, riteniamo che l’euro sia leggermente ipervenduto, motivo per cui, siamo convinti che i cacciatori di valore stiano cercando di rientrare nel mercato proprio in prossimità degli attuali livelli poiché la Federal Reserve sembra aver sviluppato una posizione molto più indulgente, scenario che dovrebbe supportare il dollaro statunitense a lungo termine. Concludendo, riteniamo che la coppia stia semplicemente ammazzando il tempo nell’attesa di capire quale direzione intraprendere a lungo termine.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

Auto elettriche: Amazon e GM in trattative per quote in produttore pick up Rivian

Da: Borse.it

Amazon e General Motors stanno trattando per investire in Rivian Automotive LLC, società produttrice di pick up elettrici rivale di Tesla.

L’accordo, riportano alcune fonti interpellate da Reuters, potrebbe essere valutato $1-2 miliardi. I due colossi Amazon e GM punterebbero ad acquisire quote di minoranza in Rivian.

La società è una start up con sede a Plymouth, Michigani. Se le trattative andranno a buon fine, un accordo potrebbe essere annunciato già nel mese di febbraio.

A fine novembre Rivian ha lanciato un pick up e anche un SUV completamente elettrico R1S a sette posti.

Leggi l’articolo completo qui

Borse Europa in rialzo su ottimismo commercio, Michelin spinge auto

Da: Reuters.com

Le borse europee oggi sono in rialzo, grazie all’entusiasmo degli investitori per il possibile accordo negli Usa per evitare lo shutdown dell’amministrazione e per i segnali positivi sui colloqui tra Cina e Stati Uniti sulla questione dei dazi commerciali.

Alle 11,15, l’indice europeo STOXX 600 segna +0,56%, con il tedesco DAX <,GDAXI>, sensibile al commercio, che avanza dell’1%. Il francese CAC 40 avanza dello 0,86%.

Il settore auto cresce di quasi il 2%, dopo che Michelin ha riportato risultati migliori del previsto e ha promesso ulteriori progressi nell’utile operativo quest’anno, nonostante le condizioni difficili. Le azioni del produttore francese di pneumatici crescono di oltre il 9%.

La tedesca Continental, sulla scia di Michelin guadagna il 3,7%.

La borsa britannica è positiva ma aumenta meno delle piazze della zona euro: regna la cautela in vista di un discorso parlamentare della premier Theresa May nel corso della giornata, mentre cerca di ottenere un accordo sulla Brexit.

Sottolineando i venti contrari che finora hanno minacciato globalmente i mercati, Credit Suisse dice che si sta spostando verso un giudizio “neutral” sui titoli azionari globali, rispetto alla precedente valutazione “overweight”.

“Mentre continuiamo ad aspettarci rendimenti complessivamente interessanti da parte dei mercati globali quest’anno, riconosciamo alcuni rischi a breve termine”, dicono gli analisti della banca. “In particolare, notiamo che gli investitori rimangono sensibili dopo la correzione dello scorso dicembre”.

Inoltre, il conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina potrebbe portare a una rinnovata volatilità, mentre le crescenti tensioni politiche in Italia, Francia e Germania e il risultato ancora incerto della Brexit potrebbero pesare ulteriormente sui titoli europei, dicono ancora gli analisti.

Le azioni di Kering, la società che controlla Gucci, sono passate in positivo a metà mattina, dopo che gli investitori si sono rassicurati grazie all’outlook del primo trimestre. In precedenza il titolo era sceso del 3,3%, perché le vendite migliori del previsto non avevano impressionato gli investitori, un segno delle aspettative esigenti per i profitti dei marchi di lusso, dopo i solidi risultati della settimana scorsa, a partire da Lvmh.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

Il tasso di mining giornaliero di Ethereum raggiunge il minimo storico

Da: Cointelegraph.com

Secondo i dati di Etherscan, il quantitativo di Ethereum (ETH) generato tramite mining ha toccato il valore più basso di sempre.

Secondo Etherscan, il 10 febbraio sono stati creati 13.370 nuovi ETH, cifra di gran lunga inferiore ai 20.000 di dicembre 2018 e al record storico di 39.000 del 30 luglio 2015. Il netto calo è stato probabilmente causato da un improvviso aumento della difficoltà del mining, rilevato da Etherscan proprio il 10 febbraio.

Come segnalato in precedenza, nel meeting del 31 agosto 2018 i core developer di Ethereum hanno deciso di posticipare la cosiddetta “difficulty bomb”, inserendo il codice di tale modifica all’interno dell’imminente hard fork Constantinople.

La difficulty bomb, nota anche come “l’era glaciale” di Ethereum, è un meccanismo che rende il mining di ETH tramite Proof of Work (PoW) progressivamente più difficile.

Tale caratteristica è stata implementata per evitare che i miner continuino le loro attività sulla blockchain dopo il passaggio all’algoritmo di consenso Proof of Stake (PoS). Tuttavia, l’implementazione della PoS è stata rimandata ormai diverse volte, ed insieme ad essa gli sviluppatori hanno posticipato la difficulty bomb tramite gli update, come accadrà con Constantinople.

Poiché rimandare l’era glaciale comporta una diminuzione della difficoltà di mining, per compensare Constantinople conterrà anche un meccanismo chiamato thirdening, che consiste in una riduzione del block reward da 3 a 2 ETH.

L’aggiornamento, che farà quindi di nuovo crescere il quantitativo giornaliero di ETH minati, dovrebbe arrivare con il blocco numero 7.080.000, il cui arrivo, secondo un post di Consensys, è previsto per il 27 febbraio.

La settimana scorsa, la Fondazione Ethereum ha smentito le voci secondo le quali avrebbe intenzione di spendere 15 milioni di dollari sullo sviluppo di alcune funzioni da utilizzare nella transizione alla rete Proof of Stake (PoS).

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 63.18% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5