Revisione del Mercato 11-7

Revisione del Mercato 11-7

La sterlina inglese è fragile dopo che i principali ministri euroscettici hanno smesso

 

Da Hideyuki Sano and Daniel Leussink

 

La sterlina Britannica è stata fragile il Martedì dopo la partenza di due importanti ministri euroscettici preoccupati per una “dura Brexit”, mentre lo yen si è ritirato contro il dollaro quando gli investitori proponevano attività più rischiose.

 

La sterlina si è attestata a $1,3248, toccando il minimo di $1,3189 il Lunedì, dopo che il ministro degli Esteri del Primo Ministro Theresa May e il negoziatore della Brexit hanno smesso di protestare contro i suoi piani per mantenere stretti legami commerciali con l’Unione Europea.

 

La valuta ha riguadagnato terreno dopo che diversi legislatori conservatori hanno affermato che May è probabilmente al sicuro da una sfida alla leadership, nonostante le dimissioni di David Davis, ministro Boris Johnson e Brexit.

 

Eppure, dopo due anni di dispute, le loro partenze mandano in frantumi la proclamazione dell’unità di Maggio di unità dei gabinetti Venerdì scorso in quello che lei riteneva fosse un accordo sul più grande cambiamento della politica estera e commerciale della Gran Bretagna in quasi mezzo secolo.

 

I mercati si aspettano ancora che sia probabile che la Banca d’Inghilterra (BOE) aumenti i tassi al prossimo incontro politico il 2 Agosto, ma secondo gli analisti una crisi politica in piena regola potrebbe intaccare quelle aspettative.

 

“L’incertezza sta conquistando il mercato in questo momento per quanto riguarda la possibilità di un rialzo dei tassi in Agosto”, ha detto Masafumi Yamamoto, capo stratega valutario presso Mizuho Securities a Tokyo.

 

“Se ci fossero alcuni commenti negativi su un possibile rialzo dei tassi da parte dei funzionari della BOE prima di Agosto (riunione della Commissione per la politica monetaria), allora vedremo un grande calo in sterline”, ha detto.

 

Contro l’Euro, la sterlina ha toccato un minimo di quattro mesi di 89,025 pence per euro il Lunedì e l’ultima si è attestata a 88,68 (EURGBP = D3).

 

https://www.investing.com/news/forex-news/british-pound-frail-after-key-euroskeptic-ministers-quit-1522904

 

 

Settimana In Avanti Per Le Materie Prime: Il Petrolio Sarà La Migliore Scommessa Nei Prossimi Mesi

 

Da Barani Krishnan

 

Il petrolio rimarrà probabilmente l’unico prodotto che “è veramente importante” per investitori e commercianti nei prossimi mesi, mentre la crisi delle sanzioni Iraniane mantiene i prezzi del greggio in ebollizione, mentre i metalli e i futures agricoli vengono coperti da guerre commerciali, gestori di fondi e investimenti scatenati dalle tariffe dicono gli analisti delle banche. I prezzi del petrolio sono aumentati di circa il 50% nell’ultimo anno, facendo trading al massimo da Novembre 2014, in gran parte grazie a tagli di produzione attentamente coordinati da parte dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC), il cartello più potente del mondo sulle materie prime.

 

Un’economia Americana in ripresa, un calo più marcato del previsto nelle scorte di greggio degli Stati Uniti, l’indebolimento della produzione di petrolio di scisto negli Stati Uniti e altre interruzioni delle forniture globali hanno contribuito al rinculo. Mentre i sell-off occasionali hanno reso il rally un po’ disomogeneo, la tendenza generale al rialzo del petrolio e le previsioni dei prezzi rialziste rimangono solide.

 

Le prospettive per la maggior parte delle altre materie prime sono al massimo nuvoloso. I futures sul rame sono in calo di oltre il 10% all’anno sull’indebolimento della domanda globale, aggravati dalle preoccupazioni relative alle tariffe commerciali di ritorsione dalla Cina, dall’UE e da altre nazioni alle misure Statunitensi. Persino l’oro, una copertura inflazionistica che di solito si riallaccia al petrolio, ha sofferto a causa di un dollaro forte.

 

Sul fronte agricolo, i futures sulla soia hanno scandagliato i minimi del 2008. Mentre lo zucchero sembra essere uno dei pochi raccolti che hanno contrastato la tendenza sovraperformando, gli analisti hanno anche toccato il petrolio in quel rally, citando l’etanolo di biocarburanti derivato dallo zucchero per tenere il passo con i prezzi della benzina in aumento.

 

https://www.investing.com/analysis/commodities-week-ahead-why-oil-will-be-best-bet-in-coming-months-200329792

 

 

Il mercato rally ‘l’ultimo evviva’ – gli investitori dovrebbero vendere ora, avverte il capo degli investimenti Guggenheim

 

Da Michelle Fox

 

Il mercato sta sottovalutando il rischio di una guerra commerciale e probabilmente vedrà una correzione una volta che si troverà di fronte al’ “acqua fredda in faccia”, ha avvertito Scott Minond, di Guggenheim Partners, questo Lunedì.

 

In altre parole, è preoccupato che le tariffe risulteranno in una maggiore inflazione, che spingerà la Federal Reserve a continuare il suo inasprimento o addirittura ad accelerare i rialzi dei tassi d’interesse.

 

Le azioni sembravano scrollarsi di dosso i timori commerciali di Lunedì, chiudendo decisamente più in alto. Il Dow Jones Industrial Average ha raccolto più di 300 punti, mentre lo S&P 500 ha guadagnato lo 0,7 percento.

 

L’ultimo salvataggio commerciale è arrivato Venerdì, quando sono entrate in vigore le tariffe del presidente Donald Trump per $34 miliardi di beni Cinesi. La Cina ha poi risposto con tariffe di ritorsione per 34 miliardi di dollari di beni degli Stati Uniti, tra cui soia e maiale.

 

Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno anche imposto dazi su acciaio e alluminio dal Canada, dal Messico e dall’Unione Europea, alleati chiave. Hanno risposto con misure di ritorsione. Trump ha anche minacciato di piazzare tariffe sulle automobili importate dall’UE.

 

Le automobili costituiscono circa il 6% dell’indice dei prezzi al consumo, ha detto Minerd. E se ci fosse una tariffa del 25% su di loro, con un passaggio del 100%, aggiungerebbe l’1,5% all’inflazione, ha detto.

 

“Le persone sono confuse dall’idea che se si inserisce una tariffa su un bene straniero che in qualche modo non passa per il consumatore domestico”, ha osservato.

 

Tuttavia, quando i dazi sono stati imposti alle lavatrici all’inizio di quest’anno, i prezzi sono aumentati del 17%, ha aggiunto Minerd.

 

Detto questo, pensa che il mercato tenda a reagire lentamente al cambiamento, e questo è un momento stagionalmente forte per il mercato, ha aggiunto.

 

Ma alla fine, pensa che gli investitori saranno “confrontati con l’acqua fredda in faccia”.

 

Questo non è il primo avvertimento di Minerd sul mercato azionario. A Marzo, ha detto ai clienti che il mercato è in “rotta di collisione con disastro”. Si aspetta che il peggiore dei danni inizi nel 2019 e nel 2020, prevedendo una recessione netta e un calo del 40% delle scorte.

 

https://www.cnbc.com/2018/07/09/market-rally-the-last-hurrah–investors-should-sell-scott-minerd.html

 

 

Cosa Aspettarsi Quando Netflix Riporta I Guadagni

 

Da Danny Vena

 

Con una prestazione eccezionale finora quest’anno, il bar si troverà piuttosto in alto per il gigante dello streaming.

 

Netflix (NASDAQ:NFLX) è stato incendiato finora quest’anno, e gli investitori hanno grandi speranze che l’azienda possa continuare la sua performance di breakout. Le azioni sono più che raddoppiate dall’inizio dell’anno, mentre il mercato più ampio, rappresentato dall’S&P 500, ha riportato un misero 2%. Netflix ha beneficiato di un certo numero di aggiornamenti degli analisti e di aumenti degli obiettivi di prezzo nelle ultime settimane, spingendo lo stock ad altezze elevate.

 

Per il secondo trimestre, la gestione di Netflix prevede 6,2 milioni di aggiunte ai clienti, in aumento del 19% rispetto al trimestre dell’anno precedente. A fronte di ciò, la società prevede di aggiungere 5 milioni di nuovi abbonati internazionali e 1,2 milioni negli Stati Uniti, che rappresenterebbero una crescita su base annua del 21% e del 12%, rispettivamente.

 

Sul fronte delle entrate, Netflix prevede entrate per 3,934 miliardi di dollari, con un incremento del 41,2% su base annua.

 

Previsione
Molti guarderanno anche le indicazioni di Netflix per il prossimo trimestre per i segnali che la crescita impressionante della società può continuare. Le stime di consenso degli analisti per il trimestre di Settembre hanno un fatturato di $4,14 miliardi, che rappresenterebbe una crescita su base annua del 38,6%, solo leggermente inferiore alla guidance di Netflix per la crescita nel trimestre corrente.

 

Storicamente parlando, Netflix ha preso l’abitudine di essere conservatore con la sua guida, permettendogli di superare le proprie previsioni. Aspettatevi di continuare perché la compagnia ha mancato le proprie proiezioni in poche occasioni negli ultimi anni.

 

Alla luce del suo recente run up, Netflix potrebbe dover accumulare numeri davvero sorprendenti per mantenere il prezzo delle sue azioni in crescita. Detto questo, credo che la tesi di investimento a lungo termine rimanga intatta, indipendentemente da come reagisce il prezzo delle azioni dopo il rilascio degli utili.
ing numbers to keep its stock price growing. That said, I believe the long-term investing thesis remains intact, regardless of how the stock price reacts after the earnings release.

 

https://www.fool.com/investing/2018/07/08/what-to-expect-when-netflix-reports-earnings.aspx

 

 

Liberatoria sui rischi: le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5