Revisione del Mercato 11-09

Revisione del Mercato 11-09

GBP: lo slancio positivo continuerà a spingere più in alto

Da Nick Cawley

Previsione fondamentale per GBP: Rialzista

Il piano di Checkers, tutt’altro che antipatico, sembra ora non essere di partenza, nella sua forma attuale, mentre sia l’UE che il Regno Unito si stanno orientando verso un accordo Canada / Canada +, un accordo che allevierà le preoccupazioni sul commercio futuro. I colloqui rimangono in corso e continueranno a fornire servizi via cavo con una serie di titoli, quindi il consueto decreto di rinuncia alla Brexit rimane in vigore.

Il calendario dei dati e degli eventi del Regno Unito è impegnato questa settimana con una serie di stampe di dati pesanti prima dell’ultima uscita della Banca d’Inghilterra giovedì. Mentre i tassi di interesse del Regno Unito dovrebbero rimanere invariati per i mesi a venire, il testo di accompagnamento del MPC potrebbe fornire ulteriore chiarezza economica.

I dati pubblicati nella prima metà della settimana rimangono più importanti che mai e dovranno essere monitorati da vicino. Mentre Sterling sta attualmente eseguendo un’inversione di marcia basata sulla Brexit, eventuali rilasci di dati negativi apporteranno un freno ai progressi di Sterling e manterranno sotto controllo il momentum rialzista nel breve termine.

https://www.dailyfx.com/forecasts?ref=SubNav#gbp

 

Dollaro australiano ancora a corto di segnali di acquisto nonostante i forti dati

Da David Cottle

Previsione del dollaro australiano fondamentale: ribassista

Ci sono alcuni problemi australiani più specifici. Nessuno di loro è nuovo. L’inflazione rimane molto bassa, il debito dei consumatori rimane molto alto. In effetti, i mercati non pensano ancora che i tassi di interesse da record stiano andando ovunque per almeno un altro anno. Con i tassi statunitensi ancora molto propensi a salire, l’australiano rimane in un posto molto difficile.

Questa settimana non cambierà questo, ma porterà dati ufficiali sull’occupazione dall’Australia. Se la creazione di posti di lavoro regge, l’australiano potrebbe ottenere un leggero rimbalzo, ma, come abbiamo visto nel caso dei dati di crescita della scorsa settimana, questi rimbalzi tendono a non durare. Ce n’era un altro quando la Reserve Bank of Australia era forse un po ‘meno accomodante di quanto i mercati temessero nella sua dichiarazione post-decisione. Ma quello non durò neanche.
Dato che anche i tristi titoli commerciali sono tutti-ma assicurati grazie all’apparente rinnovata attenzione della Casa Bianca di Trump al Giappone, così come alla Cina e all’Europa occidentale, come un “peccatore” del surplus commerciale, è molto difficile vedere qualsiasi motivo perché i travagli del dollaro australiano dovrebbero fermarsi questa settimana.

Quindi è ancora un altro richiamo ribassista.

https://www.dailyfx.com/forecasts?ref=SubNav#aud

 

Previsione del prezzo del greggio: il sentimento rimane debole

Da Gary X. Ashton

Questa settimana, i trader e gli analisti otterranno informazioni aggiornate sul mercato da IEA, EIA e OPEC in quanto tutti e tre sono tenuti a rilasciare i loro rispettivi rapporti mensili di mercato.

Il primo passo è la prospettiva energetica a breve termine della VIA, in cui i commercianti saranno interessati alle aspettative dei prezzi petroliferi dell’amministrazione.

Il prossimo è il rapporto dell’OPEC di mercoledì. Commercianti e analisti cercheranno cambiamenti nelle previsioni dell’offerta e della domanda dell’OPEC.

Gli analisti del petrolio rimangono ottimisti sull’aumento dei prezzi del petrolio, nonostante qualche recente resistenza ai prezzi. Prevedono un mercato petrolifero sempre più teso che potrebbe portare i prezzi a oltre $ 90 al barile entro la fine del 2018. La tesi centrale è che incombenti sanzioni contro l’Iran presto paralizzeranno le forniture petrolifere globali.

La produzione di petrolio greggio OPEC è aumentata ad agosto, tuttavia, al livello più alto quest’anno, e una guerra commerciale con gli Stati Uniti potrebbe colpire la futura domanda di petrolio cinese. Il mercato attende con impazienza una decisione definitiva da parte del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha avvertito venerdì che era pronto ad attuare gli obblighi commerciali su altri $ 267 miliardi di beni cinesi oltre a $ 200 miliardi di importazioni già segnalate per le tariffe. Gli economisti stimano che questa sia l’intera quantità di prodotti importati dagli Stati Uniti dalla Cina, e le tariffe potrebbero portare l’economia mondiale in recessione se il presidente implementasse pienamente questa politica. L’incertezza attorno a tale scenario non dipinge un quadro rialzista per i mercati petroliferi.

https://www.investopedia.com/investing/crude-oil-price-forecast-sentiment-remains-weak/

 

Lira turca, obbligazioni governative in calo sulla debolezza dei mercati emergenti

Da Constantine Courcoulas

La lira e le obbligazioni turche sono scese, facendo scattare un recente rally alimentato da scommesse per un imminente aumento dei tassi d’interesse, dato che l’indice MSCI Emerging Markets Currency è diminuito di più in quasi una settimana.

La valuta è scesa per la prima volta in quattro giorni rispetto al dollaro, in quanto i dati hanno mostrato un aumento del prodotto interno lordo ad un ritmo annuale del 5,2 percento nel secondo trimestre, in rallentamento rispetto al 7,3 percento rivisto nei tre mesi precedenti.

I responsabili delle politiche dovrebbero prolungare un ciclo di inasprimento quando si incontreranno giovedì, le prospettive per l’economia sono truci. L’autorità monetaria ha già aumentato i costi di finanziamento di 650 punti base da aprile, ma è sotto pressione per fare di più per contenere una rotta di mercato.

La banca centrale aumenterà il suo tasso repo di una settimana di altri 300 punti base questa settimana, secondo la stima mediana in un sondaggio Bloomberg.

https://www.bloomberg.com/news/articles/2018-09-10/turkish-lira-government-bonds-drop-on-emerging-market-weakness?srnd=markets-vp

 

Goldman ammette che si sono sbagliati su Apple, incrementa le previsioni delle azioni del 20%

Da Michael Sheetz

Giovedì, Goldman Sachs ha alzato il suo obiettivo di prezzo sul titolo Apple fino a $ 240 per azione da $ 200 per azione, ammettendo di aver sbagliato completamente lo stock quest’estate mentre si è radunato a $ 1 trilione di dollari.

Goldman ha esposto le sue aspettative per la prossima generazione di iPhone e ha invertito la sua precedente posizione ribassista sul gigante della tecnologia.

“Cogliamo anche questa opportunità per mangiare il nostro cappello in qualche modo sulla nostra posizione prudente quest’estate”, ha detto in una nota l’analista di Goldman Rod Hall. “Ci aspettavamo una domanda di iPhone X peggiore e qualche contrazione nel titolo – chiaramente nessuna di queste due cose è accaduta.”

https://www.cnbc.com/2018/09/07/goldman-sachs-raises-apple-outlook-eat-our-hat-on-iphone-demand.html

 

Alphabet visto in aumento del 17% su una forte crescita

Da Michael J. Kramer

Le trimestrali di Alphabet Inc. (GOOGL) sono diminuite drasticamente dalla fine di agosto. Il titolo si trova ora a circa l’8% dai massimi intorno a $ 1,285 a metà luglio. Secondo l’analisi tecnica, il genitore del motore di ricerca Google potrebbe essere in grado di rimbalzare fino all’8% nelle prossime settimane.

Il grafico tecnico mostra le parti di Alphabet che scendono al supporto tecnico intorno a $ 1,170. Se il titolo continuasse a detenere oltre tale livello di supporto tecnico, potrebbe contribuire ad alimentare un rialzo a $ 1,271.

Gli analisti vedono il titolo salire ancora più in alto, fino al 17%. Hanno aumentato il loro obiettivo di prezzo medio sul titolo da gennaio.

L’ottimismo tra gli analisti viene dal guadagno e dalle stime dei ricavi per l’azienda. Dall’inizio dell’anno, le stime degli utili per il 2018 sono aumentate di oltre il 15% a $ 47,79 per azione.

https://www.investopedia.com/news/alphabet-seen-rising-17-strong-growth/

 

Liberatoria sui rischi: le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5