Brexit Delay

Revisione del Mercato 09-04

Revisione del Mercato 09-04

Notizie Forex

Dollaro pressoché invariato, si avvicina la scadenza per la Brexit

Da: Investing.com

I mercati del Forex aprono la settimana sottotono in Europa, con le principali valute europee pressoché invariate in vista di una settimana cruciale per la Brexit, mentre il dollaro si mantiene stabile in attesa di notizie su un accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina.

L’Unione Europea dovrà decidere durante il summit di mercoledì se rinviare la data di scadenza per l’uscita del Regno Unito oltre venerdì.

Secondo le aspettative, l’UE offrirà un qualche tipo di proroga, almeno per evitare l’innesco di una Brexit senza accordo che sconvolgerebbe l’economia irlandese. Ma il Presidente francese Emmanuel Macron ha reso noto di volere delle condizioni politiche severe per una proroga, per assicurarsi che il Regno Unito non sconvolga l’agenda UE mentre si prepara all’uscita.

Alle 04:20 ET (08:20 GMT), la sterlina si attesta a 1,3050 dollari, su dello 0,1% dalla chiusura di venerdì in Europa, mentre è scambiata a 1,1627 contro l’euro, invariata. L’euro si attesta a 1,1225 dollari, non molto al di sopra dei minimi della scorsa settimana, indifferente ai dati commerciali tedeschi più deboli del previsto che hanno chiuso un febbraio misero per la principale economia della zona euro.

L’indice del dollaro, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, si attesta a 96,910, supportato da un report sull’occupazione USA positivo di venerdì che ha mostrato una forte ripresa dell’occupazione ed un modesto ribasso dell’inflazione dei compensi.

Il report ha alimentato le aspettative che la Federal Reserve non alzi i tassi di interesse quest’anno e che possa persino tagliarli, soprattutto per via delle crescenti pressioni politiche da parte del Presidente Donald Trump.

Tuttavia, c’è chi pensa che sia esagerato prevedere un taglio dei tassi.

“I dati dagli Stati Uniti sono abbastanza rassicuranti”, ha riferito a Bloomberg TV Isabelle Mateos y Lago, a capo delle strategie multi-asset di Blackrock Investment Institute. Ha aggiunto che, secondo lei, la Fed resterà “in pausa fino ad almeno la fine dell’anno”.

Intanto, la lira turca resta sotto pressione tra i segnali di crescenti tensioni tra il paese e gli Stati Uniti per la decisione di comprare sistemi di difesa aerei dalla Russia. Gli Stati Uniti hanno reagito bloccando le consegne di attrezzature legate all’ordinativo di F-35 da parte di Ankara.

Leggi l’articolo completo qui

Euro recupera da minimi di un mese, outlook negativo

Da: Reuters.com

L’euro recupera leggermente dai minimi di un mese toccati la settimana scorsa, mentre cresce la cautela degli investitori sulle prospettive della moneta unica prima della riunione della Bce di questa settimana, complici i dati macro negativi pubblicati negli ultimi giorni.

Non sono attesi cambiamenti nella politica monetaria alla riunione della Bce, ma gli occhi saranno puntati sulla conferenza stampa, mentre si parla di modulazione dei tassi per allentare la pressione sulle banche, di recessione globale e dell’allarme che ha spinto il rendimento del Bund decennale sotto lo zero per la prima volta dal 2016.

Non c’è grande appetito per il rischio sui mercati valutari, e questo avvantaggia lo yen considerato una moneta rifugio.

Il dollaro è appesantito dal calo dei rendimenti dopo aver avuto un momento di grazia in seguito ai dati sul mercato del lavoro Usa, che hanno mostrato in marzo una ripresa degli occupati migliore delle attese ma una frenata sui salari. L’indice del biglietto verde scende dello 0,4% circa intorno alle 16,05.

La sterlina è vicina al minimo da una settimana dopo i dubbi di Francia e Paesi Bassi sulla volontà della premier di rinviare ulteriormente la Brexit.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

Guerra commerciale, Usa minacciano Ue con nuovi dazi come ritorsione a sussidi Airbus

Da: Borse.it

Robert Lighthizer, rappresentante Usa al Commercio, ha proposto una lista di prodotti dell’Unione europea su cui imporre nuovi dazi, in ritorsione ai sussidi europei di cui beneficia il colosso francese dell’aviazione Airbus.

L’USTR ha ricordato come la stessa Organizzazione mondiale del commercio, (WTO), abbia calcolato in un valore superiore a $11 miliardi i danni che gli Usa avrebbero sofferto, a causa dei sussidi europei a favore di Airbus.

L’Ue e gli Stati Uniti continuano a darsi battaglia da più di un decennio, accusandosi l’un l’altra di aver erogato aiuti illegali, rispettivamente, alla francese Airbus e al gigante americano Boeing.

L’USTR ha reso noto che annuncerà la lista finale dei prodotti che potranno essere colpiti da dazi doganali Usa dopo la valutazione del WTO sul caso, attesa per l’estate.

Mentre proseguono le trattative con la Cina di Xi Jinping per porre fine alla guerra commerciale con il paese, o per evitarne almeno una ulteriore escalation, gli Stati Uniti di Donald Trump si preparano così a sferrare uno schiaffo commerciale all’Europa.

Leggi l’articolo completo qui

BORSA MILANO poco mossa, bene Fca e Poste, debole Tim

Da: Reuters.com

Piazza Affari chiude tutto sommato in linea con l’andamento delle borse del continente; mercato cauto in attesa di sviluppi della Brexit e dell’incontro della Bce questa settimana.

L’indice europeo STOXX 600 segna -0,19%.

Bene FCA (MI:FCHA) dopo le indiscrezioni su un accordo sull’elettrico di Tesla (NASDAQ:TSLA), finalizzato a rispettare le regole Ue sulle emissioni.

Negativo il settore bancario sull’ipotesi di un calo dei tassi Usa. BANCO BPM (MI:BAMI) non fa eccezione, dopo le parole dell’AD Giuseppe Castagna sull’ipotesi di m&a.

POSTE ITALIANE (MI:PST) in rialzo, toccano un nuovo record, dopo la promozione di Deutsche Bank (DE:DBKGn) con un target a 10 euro.

Debole TIM (MI:TLIT) dopo che Fitch ha tagliato il rating a “BB+”, pur mantenendo un outlook positivo.

Cala il lusso, con SALVATORE FERRAGAMO (MI:SFER) e MONCLER (MI:MONC) in fondo al listino principale.

SALINI IMPREGILO (MI:SALI) rallenta la corsa e chiude sotto i massimi, dopo un balzo di oltre il 4%, ancora in vista della nascita di un polo delle costruzioni. ASTALDI (MI:AST) a +2% circa.

Nuovo balzo di MOLMED sul trend positivo iniziato dopo l’autorizzazione alla sperimentazione clinica del CAR-T CD44v6.

Tra i sottili balzo EPRICE dopo l’accordo con Carrefour (PA:CARR) per la fornitura di elettrodomestici.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

I trader in Cina sono disposti a pagare un sovrapprezzo pur di acquistare Bitcoin

Da: Cointelegraph.com

Grazie all’impennata di Bitcoin (BTC) della scorsa settimana, numerosi trader cinesi si sono nuovamente interessati ai mercati delle monete digitali, pagando tuttavia un notevole sovrapprezzo.

Poiché nel 2017 la Cina ha formalmente vietato il trading di criptovalute, le opzioni degli investitori risultano limitate: acquistare stablecoin come Tether (USDT) su piattaforme over-the-counter (OTC) e successivamente convertirle in altre criptovalute è uno dei metodi più popolari.

L’improvviso rialzo di Bitcoin ha pertanto portato ad un forte incremento della domanda, e di conseguenza delle tariffe, per i servizi OTC.

“Nei mercati cinesi è presente un forte desiderio d’acquisto”, ha commentato cnLedger su Twitter.

“I trade OTC (Over-The-Counter), praticamente l’unico modo per acquistare Bitcoin con denaro tradizionale in Cina, richiedono il pagamento di un sovrapprezzo considerevole. Il costo di un USDT è infatti di 7 CNY, mentre il tasso di cambio ufficiale è di 6,7 CNY per ogni USD.”

Le autorità cinesi continuano a promuovere lo sviluppo della tecnologia blockchain. Questo mese, la Cyberspace Administration of China ha pubblicato la lista delle 197 aziende operanti nel settore blockchain ufficialmente approvate dal governo.

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.28% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5