US China

Revisione del Mercato 09-01

Revisione del Mercato 09-01

Notizie Forex

Dollaro in salita, USA e Cina concludono il vertice commerciale

Da: Investing.com

Il dollaro recupera parte delle perdite precedenti questo martedì, mentre USA e Cina si avviano alla conclusione dei due giorni di vertice sul commercio.

I funzionari dei due paesi stanno concludendo le trattative a Pechino e i trader aspettano notizie sulla possibilità che siano stati compiuti dei progressi nel raggiungimento di un accordo.

L’indice del dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, sale dello 0,13% a 95,35 alle 4:40 ET (9:40 GMT). Il dollaro sale contro lo yen, con la coppia USD/JPY su dello 0,13% a 108,84.

Il dollaro è sceso venerdì quando il Presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato che la banca agirà “rapidamente” se i timori dei mercati dovessero far passare in secondo piano i dati economici.

I suoi commenti hanno contribuito a convincere gli investitori che la Fed non alzerà i tassi di interesse quest’anno, con la crescita globale che rallenta.

“La Fed sta ascoltando i mercati e ha preso atto dei segnali di pericolo”, afferma Sim Moh Siong, esperto di strategie monetarie della Banca di Singapore.

“L’inflazione USA è andata bene finora e quindi la Fed ha la possibilità di mettere in pausa il suo ciclo di aumenti dei tassi”, aggiunge.

Il Presidente USA Donald Trump dovrebbe parlare alla nazione stasera a proposito del muro di confine e all’impasse del bilancio governativo.

Leggi l’articolo completo qui

Euro debole su dollaro dopo tonfo produzione industriale tedesca

Da: Reuters.com

L’euro è in calo sul dollaro nei primi scambi sulla piazza londinese dopo il deludente dato sulla produzione industriale tedesca di novembre, che si aggiunge ai segnali di rallentamento della crescita del blocco della valuta unica.

Tale contesto potrebbe indurre ad una maggiore prudenza da parte della Banca centrale europea nel percorso di normalizzazione di politica monetaria.

A novembre, la produzione industriale tedesca ha registrato una caduta mensile di 1,9%, risultando decisamente sotto le attese. Il mercato inoltre prezza le più basse aspettative d’inflazione a cinque anni da giugno 2017.

La Banca centrale europea, che ha appena archiviato il programma di acquisto bond finalizzato a far ripartire la crescita e l’inflazione, si è impegnata a mantenere i tassi al minimo storico almeno fino all’estate, e comunque fin quando sarà necessario.

Intorno alle 9,45, la valuta unica scivola a 1,1448 dollari da 1,1474 della precedente chiusura.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

Amazon, Nvidia, Tesla, Disney su nei pre-market; crollo di PG&E

Da: Investing.com

Titoli azionari sotto i riflettori negli scambi pre-market di questo martedì:

Amazon (NASDAQ:AMZN) rimbalza dell’1,81% alle 8:10 ET (13:10 GMT) e probabilmente sarà sotto i riflettori dopo aver superato ieri Microsoft (NASDAQ:MSFT) come principale compagnia USA per capitalizzazione di mercato.

Il titolo di Nvidia (NASDAQ:NVDA) schizza dell’1,64%: la compagnia ha annunciato che la sua piattaforma Drive AutoPilot sarà pronta nel 2020.

PG&E (NYSE:PCG) crolla del 2,64% dopo che Standard & Poor’s ha abbassato il rating a “junk” ed ha messo in guardia da altri tagli.

Tesla (NASDAQ:TSLA) balza dell’1,98% sulla scia del documento della SEC secondo cui il suo direttore indipendente Larry Ellison avrebbe 3 milioni di azioni della compagnia.

Il titolo di Canopy Growth (NYSE:CGC) segna +1,04% dopo aver aggiornato i suoi piani per entrare nel mercato statunitense ed aver affermato che prevede un rendimento di 7.000 chili annui di CBD.

Il titolo di Disney (NYSE:DIS) schizza dell’1,08%: la compagnia ha annunciato una collaborazione con Verizon (NYSE:VZ) per studiare le opportunità del 5G.

Bayer (DE:BAYGN) segna un’impennata del 2,25% in Germania: la Corte Suprema indiana ha deciso che la sua statunitense Monsanto potrà rivendicare i brevetti sui semi di cotone geneticamente modificati.

Leggi l’articolo completo qui

Samsung come Apple: rivisti al ribasso i target trimestrali

Da: Investing.com

Dopo Apple (NASDAQ:AAPL) scoppia il caso Samsung. Il gigante sudcoreano, infatti, ha lanciato un warning molto simile a quello dell’azienda di Cupertino quando il Ceo, Tim Cook, aveva scritto una lettera avvisando della riduzione delle previsioni di utili nell’ultimo trimestre 2018.

Samsung ha comunicato una riduzione degli utili operativi dell’ultimo trimestre dell’anno appena concluso pari al 28,71% rispetto a quello dello scorso anno. La riduzione risulta, così, peggiore anche delle pur negative aspettative degli analisti, i quali si aspettavano un calo “solo” del 18,18%.

Anche il fatturato è previsto in calo, con una flessione dell’11% rispetto allo scorso anno.

Per la prima volta, nubi di crisi si avvistano nel futuro di Samsung. Si tratta, infatti, del primo calo registrato dal gruppo sudcoreano dopo anni di risultati record, arrivati nonostante le crisi arrivate soprattutto con il richiamo dei modelli Galaxy difettosi e la condanna dell’erede alla guida del gruppo.

Altre motivazioni alla base della crisi sono da ricercare nella crescita dell’altro concorrente, Huawei, e nel deterioramento dei rapporti Usa-Cina, la quale ha colpito la domanda di memorie chip per personal computer e dispositivi mobili.

Il calo della domanda in Cina, infatti, ha un impatto notevole sui maggiori produttori di elettronica di consumo, con il gigante cinese che ha una quota tra il 20 e il 30% del mercato globale dei prodotti tecnologici.

“Il recupero della domanda nel primo trimestre potrebbe non concretizzarsi, perché è un periodo stagionalmente basso e i prezzi stanno scendendo, i consumatori lo sanno e di conseguenza non hanno alcuna fretta di acquistare”, avverte Sanjeev Rana, analista di CLSA, citato da Bloomberg News.

Il titolo Samsung Electronics Co Ltd (KS:005930), intanto, nella notte ha chiuso con una flessione dell’1,68% nella borsa di Seul, cedendo solo in parte i guadagni della seduta precedente (+3,47%).

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

Bitcoin ha il potenziale di ‘valere un sacco oppure nulla’, afferma l’investitore di Wall Street Bill Miller

Da: Cointelegraph.com

Bitcoin (BTC) ha il potenziale di raggiungere un prezzo estremamente alto, oppure un valore pari a zero: lo ha affermato Bill Miller, celebre investitore di Wall Street, durante una recente intervista con CNBC.

Miller, fondatore della società per la gestione degli investimenti Miller Value Partners, ha discusso con il presentatore Kelly Evans durante una trasmissione intitolata “The Exchange”, definendo il Bitcoin un interessante esperimento tecnologico e rammentando che ogni anno la criptovaluta raggiunge minimi sempre più alti.

Ad esempio nel 2018 la moneta aveva toccato un minimo di 3.200$, mentre adesso viene scambiata per oltre 4.000$. Miller ha poi affermato:

“Bitcoin ha il potenziale di valere un sacco, oppure nulla.”

L’investitore ha anche menzionato un’altra tendenza, sottolineando che Bitcoin ha trovato il proprio bottom esattamente 52 settimane dopo il picco di dicembre 2017. Il mercato azionario tradizionale ha invece avuto bisogno di altre tre o quattro settimane per confermare il bottom.

Miller ha infine svelato che il suo portfolio include anche criptovalute, in quanto non esiste alcuna corrispondenza diretta fra mercati tradizionali e monete digitali: i primi potrebbero essere in rialzo e i secondi in rosso, e viceversa.

“Sono un osservatore di Bitcoin, ma non mi definirei un sostenitore”, ha concluso Miller.

A dicembre 2017, quando il Bitcoin aveva raggiunto il proprio massimo storico di 20.000$, Miller aveva svelato di aver investito in criptovalute quasi il 50% dei fondi di Miller Value Partners. Stando agli ultimi dati, Miller Value Partners gestisce un valore complessivo di oltre 2,89 miliardi di dollari.

A marzo dello scorso anno, durante un periodo estremamente ribassista di Bitcoin, Miller aveva spiegato che “le bolle sono necessarie per portare il capitale sul mercato, e vedere se queste innovazioni saranno effettivamente valide.”

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 63.18% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5