Brexit

Revisione del Mercato 06-03

Revisione del Mercato 06-03

Notizie Forex

Brexit: incontro chiave tra Michel Barnier e negoziatori inglesi

Da: Wallstreetitalia.com

Grande attesa per l’incontro a Bruxelles tra il negoziatore per la Brexit dell’UE, Michel Barnier, e la squadra di negoziatori britannici per definire i dettagli di un accordo di divorzio definitivo dopo che il piano del primo ministro Theresa May è stato sconfitto a stragrande maggioranza dal Parlamento a gennaio.

Ad annunciare l’incontro il portavoce della Commissione europea Margaritis Schinas, mentre entrambe le parti cercano una svolta nella spinosa questione dei confini irlandesi. Barnier “si incontrerà domani pomeriggio” con il procuratore generale britannico Geoffrey Cox e il ministro britannico per la Brexit Stephen Barclay. L’incontro arriva dopo che Barnier ha detto sabato che l’Unione europea è pronta a fornire ulteriori garanzie alla Gran Bretagna per contribuire a far sì che il Parlamento inglese voti l’accordo sul divorzio. Barnier ha anche suggerito che i leader europei sarebbero disposti a un breve ritardo “tecnico” nella partenza della Gran Bretagna dall’UE, prevista per il 29 marzo, per dare al parlamento britannico il tempo di ratificare formalmente un accordo di divorzio finale.

La piccola apertura alla Gran Bretagna ha suscitato la speranza che entrambe le parti possano trovare una soluzione, incluso il cosiddetto piano “backstop” per il confine irlandese, un importante punto di svolta per molti parlamentari del parlamento britannico.

La Gran Bretagna è sulla buona strada per andar via dall’Ue senza un accordo se i parlamentari britannici non approvano l’accordo di divorzio concordato tra il primo ministro britannico Theresa May e Bruxelles, respinto in modo schiacciante in una prima votazione a gennaio. La premier sta ora cercando modifiche al patto che spera siano sufficienti per farlo passare in parlamento entro il 12 marzo.

Leggi l’articolo completo qui

Euro in calo su attese Bce cauta, giù dlr Canada su svolta banca centrale

Da: Reuters.com

L’euro scende sui minimi da una settimana nei confronti del dollaro, zavorrato dalla prospettiva che la Bce, in occasione della riunione del consiglio di giovedì 7 marzo, mostri un approccio alla politica monetaria ancora più cauto di quanto già scontato dai mercati.

Le aspettative sono che la Bce ritardi un aumento dei tassi sino all’anno prossimo e rilanci il programmi di prestiti a lungo termine alle banche, rispondendo così al rallentamento brusco e violento della crescita nella zona euro.

Dato che le principali banche centrali del mondo, a partire appunto dalla Bce, hanno congelato la politica monetaria, gli investitori concentrano le risorse sul biglietto verde alla luce dei tassi d’interesse Usa più alti.

Il dollaro canadese è scivolato ai minimi da oltre cinque settimane sull’attesa che la banca centrale si stia avvicinando a un punto di svolta nella politica monetaria e per effetto di uno scandalo politico che coinvolge membri del governo. I mercati prevedono che la banca centrale del Canada, pur confermando l’attuale livello dei tassi, possa preparare il terreno a un taglio nel corso dell’anno.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

Borse Asia altalenanti su stimoli economia cinese e nuove tensioni Corea del Nord

Da: Reuters.com

Le borse dell’area Asia-Pacifico oggi sono altalenanti sostenute dalle aspettative di nuovi stimoli all’economia promessi dal governo cinese, ma anche appesantite dalle preoccupazioni per il riaccendersi di tensioni geopolitiche legate alla denuclearizzazione della Nord Corea.

Pyongyang ha ripristinato parte del sito missilistico dopo l’avvio dello smantellamento annunciato tempo fa al termine di un primo incontro tra Corea del Nord e Stati Uniti. L’amministrazione Trump ha già avvertito che potrebbe introdurre nuove sanzioni.

TOKYO ha chiuso in calo dello 0,60%.

SIDNEY, chiude sui massimi degli ultimi sei mesi sostenuta dagli annunci cinesi e dalle aspettative di un taglio degli interessi da parte della banca centrale australiana.

SHANGHAI vicina ai massimi degli ultimi 9 mesi il listino ha recuperato le perdite messe a segno nel 2018 sostenuto dagli annunci del governo di Beijing di voler implementare nuove misure di sostegno all’economia, dopo la revisione al ribasso del Pil, al 6/6,5% dal 6,5% delle stime precedenti per l’anno in corso.

HONG KONG è in linea al mercato continentale, ma su livelli più contenuti.

TAIWAN chiude in positivo per mezzo punto percentuale.

SEUL seduta conclusa con un lieve rosso.

MUMBAI cresce grazie all’affievolirsi dei timori per i contrasti con il Pakistan. Gli investitori stanno puntando al listino delle medie imprese.

SINGAPORE praticamente piatta ma con segno meno davanti.

Leggi l’articolo completo qui

Piazza Affari e Borse europee attese in leggero calo in avvio

Da: Borse.it

E’ atteso un avvio in leggero calo per Piazza Affari e le principali Borse europee, in scia alla debolezza di Wall Street ieri sera e all’incertezza dei listini asiatici questa mattina, che si muovono contrastati. Tokyo ha chiuso in calo dello 0,60%, mentre Hong Kong e Shanghai hanno imboccato la via dei rialzi. Gli investitori continuano a focalizzarsi sulle notizie relative alle trattative commerciali Usa-Cina. Il segretario di Stato Usa Mike Pompeo ha detto, a tal proposito, che le controparti sono prossime a trovare un accordo. Si scontano però i timori sul rallentamento dell’economia cinese, a cui si aggiungono quelli per l’Australia, dopo che il Pil nel quarto trimestre, ha mostrato una crescita in rallentamento e inferiore alle attese. La Borsa di Sidney ha chiuso comunque in rialzo dello 0,75%, scommettendo probabilmente su un taglio dei tassi in Australia.

La giornata odierna sarà movimentata da alcuni dati in arrivo da Oltreoceano. In particolare dagli Stati Uniti verrà diffuso il sondaggio ADP sulla variazione degli occupati, a cui seguirà la bilancia commerciale. In programma anche la riunione della Bank of Canada (in mattinata è prevista anche quella della Banca centrale turca). Per quanto riguarda l’Italia, oggi l’Istat pubblicherà la nota mensile sull’andamento dell’economia italiana a febbraio. Tra gli altri appuntamenti, si segnala alla Camera l’audizione di Paolo Savona sulla sua nomina a presidente della Consob.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

Improvvisa impennata dei mercati delle criptovalute, Binance Coin in verde di quasi il 20%

Da: Cointelegraph.com

Dopo l’improvviso collasso registrato nel corso della giornata di ieri, oggi i mercati delle criptovalute hanno ottenuto un considerevole slancio verso l’alto.

Buone prestazioni per Litecoin (LTC), alla quarta posizione su CoinMarketCap, che ha registrato una crescita giornaliera di oltre il 12%. È tuttavia Binance Coin (BNB), la criptovaluta nativa del popolare exchange Binance, a stupire maggiormente: un’impennata di quasi il 20%.

Grazie ad un incremento di circa il 3%, Bitcoin (BTC) ha nuovamente superato il supporto a 3.800$: attualmente la moneta viene scambiata per circa 3.848$. Grazie a quest’ultimo movimento, la contrazione settimanale è stata del tutto eliminata.

Ethereum (ETH), alla seconda posizione su CoinMarketCap, ha registrato un’impennata di quasi il 7%, raggiungendo un valore di 133$. Rimane tuttavia negativo il grafico settimanale, in rosso di circa l’1,7%.

Anche Ripple (XRP) in positivo, di circa il 3%: al momento della stesura di questo articolo, la moneta viene scambiata per 0,314$. Ciononostante, rimangono negativi del 2% i movimenti settimanali.

La capitalizzazione complessiva ha nuovamente sfondato il muro dei 130 miliardi di dollari, in forte incremento rispetto ai 125 miliardi registrati dopo i ribassi di ieri.

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 63.18% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5