Apple Stock

Revisione del Mercato 03-01

Revisione del Mercato 03-01

Notizie Forex

Zona euro, settore manifatturiero chiude 2018 su minimi da febbraio 2016

Da: Reuters.com

l comparto manifatturiero a livello di intera zona euro archivia il 2018 sotto tono, poco oltre la soglia che separa la crescita dalla contrazione e in segno di cattivo auspicio per l’anno nuovo.

La lettura finale dell’indagine sui direttori acquisto a cura di Ihs Markit si ferma in dicembre a 51,4, livello identico alla stima preliminare — nonché minimo da febbraio 2016 — dopo il 51,8 di novembre.

Ad aggravare le prospettive dopo il pessimo risultato di dicembre la chiusura — ormai scattata — del programma degli acquisti ‘quantitative easing’ da parte della Bce, equivalso alla sottoscrizione di circa 2.600 miliardi di euro.

Tornando a dicembre, tra le singole voci dell’indice generale in lieve recupero quella relativa alla produzione, che si riporta a 51 da 50,7.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Leggi l’articolo completo qui

Indice PMI manifatturiero in G.B. al massimo di 6 mesi per la Brexit

Da: Investing.com

L’attività del settore manifatturiero britannico è accelerata al massimo di sei mesi a dicembre, mentre le compagnie britanniche si preparano all’incertezza per l’uscita del paese dall’Unione Europea, prevista fra soli tre mesi.

L’istituto di ricerche di mercato IHS Markit ha reso noto che l’indice dei direttori acquisti per il settore manifatturiero è salito a 54,2 a dicembre, rispetto alle previsioni di una lettura pari a 52,6.

La lettura del mese precedente era pari a 53,6.

“A dicembre l’indice PMI britannico è salito al massimo di sei mesi, sulla scia delle spinte a breve termine delle scorte e degli afflussi di nuove attività con le compagnie che hanno dato il via ai preparativi per una Brexit potenzialmente sconvolgente”, spiega il direttore di IHS Markit Rob Dobson.

“Il clima di incertezza che circonda lo sconvolgimento della Brexit sulle filiere di produzione e distribuzione e sul tasso di cambio pesa sulla fiducia delle imprese (…) Il settore manifatturiero comincerà quindi il 2019 in modo meno ideale, con l’incertezza per la Brexit aumentata considerevolmente”, conclude.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie mercato azionario

Apple scivola -8% dopo taglio outlook, brucia in pochi minuti capitalizzazione $56 mld

Da: Borse.it

Shock sui mercati, dopo che Apple, alle 16.30 ora di New York della sessione di ieri, ha annunciato di aver tagliato l’outlook sul fatturato del primo trimestre dell’anno.

Per il primo trimestre dell’anno il colosso dell’iPhone prevede un fatturato di $84 miliardi, valore molto più basso rispetto al precedente outlook di un giro d’affari compreso tra $89 e $93 miliardi.

Gli analisti, stando al consensus di FactSet, avevano previsto un giro d’affari di $91,3 miliardi. Motivo del taglio dell’outlook, il rallentamento economico della Cina.

Il titolo Apple è stato sospeso dalle contrattazioni dell’afterhours per 20 minuti, per poi tornare a essere scambiato alle 16.50 e perdere subito l’8%, scivolando così a $145 rispetto ai $158 della chiusura della sessione di ieri, accusando così una perdita di capitalizzazione di $56 miliardi.

Leggi l’articolo completo qui

Alphabet, Microsoft, Netflix giù nei pre-market; Prana alle stelle

Da: Investing.com

Titoli azionari sotto i riflettori negli scambi pre-market di questo mercoledì:

Alphabet (NASDAQ:GOOGL) crolla dell’1,98% alle 8:12 ET (13:12 GMT) nonostante la notizia che la divisione Google della compagnia ha ottenuto l’approvazione dell’ente regolatore per un sensore di movimento basato su radar noto come Project Soli.

Il titolo di Microsoft (NASDAQ:MSFT) registra un tonfo del 2,43% sulla scia della notizia che la compagnia ha ricevuto l’approvazione per aprire un centro dati globale in Qatar.

Netflix (NASDAQ:NFLX) segna un crollo del 2,86%: la compagnia avrebbe deciso di ritirare un episodio di un programma comico in Arabia Saudita in seguito alle lamentele da parte dei funzionari governativi del paese. Intanto, Reuters ha riportato che la compagnia nei prossimi giorni annuncerà di aver strappato Spencer Neumann ad Activision Blizzard (NASDAQ:ATVI) per nominarlo nuovo direttore finanziario.

Il titolo di Hertz Global (NYSE:HTZ) segna -1,39%: la compagnia ha accettato di pagare una multa da 16 milioni di dollari per risolvere il contenzioso legato agli utili lordi travisati per via di errori di contabilità.

Prana Biotechnology (NASDAQ:PRAN) schizza alle stelle con +67,97% dopo aver annunciato di aver stretto un accordo di acquisto di prodotti finanziari con cui riceverà circa 31 milioni di dollari come investimento da parte di Life Biosciences.

Il titolo di Iron Mountain (NYSE:IRM) potrebbe registrare dei movimenti nella seduta odierna sulla scia dell’annuncio dell’acquisizione di Lane Archive Technologies nelle Filippine.

Leggi l’articolo completo qui

 

Notizie sulle criptovalute

Nel 2019 la blockchain diverrà una tecnologia ‘ordinaria’, afferma il MIT Technology Review

Da: Cointelegraph.com

Secondo il MIT Technology Review, il 2019 sarà l’anno durante il quale la blockchain diverrà una tecnologia “ordinaria”. Il Review è una rivista operante in maniera indipendente, ma appartenente al Massachusetts Institute of Technology (MIT), uno dei più importanti istituti di ricerca negli Stati Uniti.

L’articolo offre un breve resoconto sulla storia della blockchain, spiegando che nel 2017 numerosi analisti si aspettavano che questa tecnologia “sconvolgesse i sistemi finanziari tradizionali”: tali aspettative sono state tuttavia deluse l’anno successivo, alla luce della notevole riduzione dei prezzi di token e criptovalute basate su sistemi decentralizzati.

Ciononostante, scrive la rivista, alla soglia del nuovo anno “molti progetti potenzialmente innovativi sono ancora vivi e vegeti, e stanno per dare i propri frutti”. Parecchie grandi aziende pianificano infatti il lancio nei prossimi mesi di iniziative basate su blockchain: il 2019 potrebbe pertanto diventare l’anno “nel quale la blockchain diverrà finalmente una tecnologia ordinaria”.

A dimostrazione dell’imminente trasformazione del settore, il Review cita i progetti blockchain di veri e propri giganti di Wall Street come l’Intercontinental Exchange (ICE), che già gestisce il celebre New York Stock Exchange (NYSE), nonché del colosso degli investimenti Fidelity.

Nonostante l’entusiasmo attorno alla blockchain si stia pian piano affievolendo, l’offerta di infrastrutture per criptovalute approvate dagli organi di regolamentazione sarà un importante punto di svolta per il settore. I contratti intelligenti potrebbero ad esempio essere utilizzati in numerosi contesti legali, rendendo il motto “il codice è legge” una realtà accettata su larga scala.

L’articolo sostiene infine che la “normalizzazione” di questa tecnologia e dell’intera industria porteranno ad una notevole revisione dell’ideologia attualmente alla base di criptovalute e registri distribuiti. Alla radice delle monete digitali è infatti presente un forte sentimento antigovernativo, ma l’avvento di criptovalute nazionali capovolgerà per sempre questa corrente di pensiero.

Leggi l’articolo completo qui

 

Liberatoria sui rischi: CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 63.18% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. le informazioni contenute in questa revisione del mercato non devono essere interpretate in alcun modo, in quanto contengono consulenza sugli investimenti e/o un suggerimento e/o sollecitazione per qualsiasi attività commerciale e transazione finanziaria. Non c’è garanzia e/o previsione di prestazioni future. EuropeFX, le sue affiliate, agenti, direttori o dipendenti non garantiscono l’accuratezza e la validità di qualsiasi informazione o dato reso disponibile e non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali perdite derivanti da qualsiasi investimento basato sullo stesso. Il trading di Forex / CFD comporta un alto livello di rischio e può comportare la perdita dell’intero investimento. I Forex / CFD sono prodotti con leva e pertanto il trading di Forex / CFD potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori. Si consiglia di non investire più denaro di quanto si possa permettere di perdere per evitare significativi problemi finanziari in caso di perdite. Assicurati di definire il rischio massimo accettabile per te.

CFD sono degli strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’ 79.99% dei conti degli investitori retail perdono denaro quando operano con i CFD con questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si capisce come funzionano i CFD e se ci si può permettere l’ alto rischio di perdere denaro. Find more details about risk here.

eFXGO! App cellullare iOS ufficiale • Gratuito - disponibile su App Store

4.5/5